Caso Scarano: il monsignore resta in carcere

Respinta, la richiesta di scarcerazione per monsignor Nunzio Scarano, accusato di truffa e corruzione

Scarano

La difesa aveva chiesto per lui almeno i domiciliari in una chiesa, in modo da consentirgli di celebrare la messa di cui, come lui stesso ha dichiarato, sente tanto la mancanza. Ma resta a Regina Coeli monsignor Nunzio Scarano arrestato per la vicenda del rientro in Italia di 20 milioni di euro degli armatori Paolo e Cesare D'Amico. 

Il gip Barbara Callari ha, infatti, respinto l'istanza presentata dal suo difensore, l’avvocato Francesco Caroleo Grimaldi. E mentre l'avvocato ha annunciato di far ricorso al tribunale della Libertà, in base a quanto si apprende, il gip avrebbe motivato la decisione in quanto permangono le esigenza cautelari nei confronti del religioso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

Torna su
SalernoToday è in caricamento