Ogliara, presidio dei residenti contro l'arrivo di 30 migranti

L'immobile che il Ministero vorrebbe utilizzare si trova ad oltre un chilometro e mezzo dalla prima fermata dell’autobus, lontano da servizi essenziali come supermercati e farmacie, ma soprattutto è privo di ogni forma di recinzione efficace

Il presidio

Da quasi due settimane, senza mai interrompere il controllo, i cittadini di Ogliara, frazione collinare di Salerno, stanno presidiando la strada privata che accede a circa 40 appartamenti che si trovano in un parco, dove il Ministero degli Interni ha deciso di utilizzare un immobile, affittato ad una Cooperativa sociale del Vallo di Diano, per l’accoglienza di circa 30 migranti minorenni non accompagnati. 

La protesta

Controllo e vigilanza legittimi, si tratta di una strada privata, ma anche una precisa denuncia, che nei prossimi giorni sarà formalizzata agli organi competenti: l’immobile che il Ministero vorrebbe utilizzare - sostengono i residenti - si trova ad oltre un chilometro e mezzo dalla prima fermata dell’autobus, lontano da servizi essenziali come supermercati e farmacie, ma soprattutto è privo di ogni forma di recinzione efficace.

Nei giorni scorsi l'incontro con il Comune di Salerno che ha fatto spallucce dichiarando di non sapere nulla del piano di trasferimento: una riunione che non ha convinto e che non convince le donne e gli uomini di Ogliara che continuano a monitorare la strada privata.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Paura a Salerno, le onde invadono la spiaggia di Santa Teresa

Torna su
SalernoToday è in caricamento