Omicidio Lordi, condannato il 33enne che lo uccise a bastonate

Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a quattordici anni, ma il gup ha applicato le attenuanti generiche e ha ritenuto insussistenti le aggravanti

Dovrà scontare dodici anni di reclusione il 33enne che, lo scorso 25 aprile, uccise a bastonate Nicola Lordi, 63 anni, al termine di una lite per la spartizione delle zone di pascolo nel comune di San Gregorio Magno. La sentenza è stata emessa ieri dal giudice dell’udienza preliminare Indinnimeo presso il tribunale di Salerno. Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a quattordici anni, ma il gup ha applicato le attenuanti generiche e ha ritenuto insussistenti le aggravanti relative a luogo e altre circostanze che secondo la Procura della Repubblica avrebbero ostacolato la difesa della vittima. È rimasta comunque l’accusa di omicidio volontario. Il suo legale, però, ha già annunciato che proverà ad intraprendere la strada dell’impugnazione in Appello.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

Torna su
SalernoToday è in caricamento