Protestano gli operai idraulico forestali: tutti in presidio davanti la Prefettura

Reclamano mensilità arretrate. Il Governatore De Luca: "I fondi ci sono, la copertura è garantita. Le Comunità Montane intervengano con anticipi di cassa"

La Prefettura, sede della protesta degli idraulico-forestali

Giornata all’insegna della protesta per gli operai idraulico forestali in presidio, stamane, davanti la Prefettura. Gli operai reclamano mensilità arretrate. Sulla vertenza è intervenuto il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Gli idraulico-forestali sono a conoscenza del nostro sforzo enorme e sanno che abbiamo recuperato 80 milioni di euro di finanziamento per progetti mirati. Questi finanziamenti rientrano nel Patto regionale e nei fondi europei di sviluppo che stiamo sbloccando.

Le Comunità Montane possono attivarsi e chiedere anticipazioni di cassa per pagare gli stipendi arretrati. Sono in condizione di farlo, possono cominciare a saldare le mensilità richieste dagli operai perché i soldi ci sono, c’è ampia copertura per i prossimi anni. Il nostro problema è solo di natura tecnica, tempi tecnici: attendiamo la pronuncia della Corte dei Conti ma le risorse sono state già trovate e appostate in bilancio”. 
 

Potrebbe interessarti

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Grosso serpente sul lungomare di Salerno: l'appello dei cittadini

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Piano per rapinare un commerciante di Angri, ai domiciliari uno della banda

I più letti della settimana

  • Allerta meteo in Campania, le previsioni nel salernitano

  • Suicidio a Capaccio, 53enne si impicca con un foulard

  • Lutto a Mercato San Severino: il giovane Enzo muore in un incidente in Abruzzo

  • Incidente sulla Salerno-Caserta, motociclista muore decapitato: traffico in tilt

  • Incidente sull'A2 del Mediterraneo, all'altezza di San Mango: 5 feriti di cui uno grave

  • Incidente a Roma, perde il controllo della moto: muore 32enne salernitano

Torna su
SalernoToday è in caricamento