Controlli in carcere, sorpresi con ovuli di hashish durante i colloqui: "incastrati" dai cani antidroga

I familiari dei detenuti hanno tentato di introdurre ovuli di hashish, durante le visite-colloqui ma l'intento criminoso è stato bloccato dai cani poliziotto antidroga Axel, Zolly, Buk e Igor

Nuovi sequestri della polizia penitenziaria nel carcere di Salerno. "All'alba di ieri - fa sapere Ciro Auricchio, segretario regionale dell'Uspp - gli automezzi speciali dell'Antidroga Campania, del Distaccamento di Benevento e  Avellino, hanno raggiunto il Reparto salernitano in supporto dei Baschi Azzurri. A finire nella rete dei controlli, sono stati sia i detenuti che i loro familiari". 

La scoperta

E' emerso che "i familiari dei detenuti hanno tentato di introdurre ovuli di hashish, durante le visite-colloqui ma l'intento criminoso è stato bloccato dai cani poliziotto antidroga Axel, Zolly, Buk e Igor". "Negli ultimi mesi - conclude Auricchio - si sono registrati continui fenomeni di introduzione di droga e telefoni  cellulari all'interno delle carceri di Stato". In Campania, per questo, sono finite in manette decine di persone nell'ultimo periodo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento