Pagani, scontri all'interno della stessa tifoseria: scattano 9 Daspo

La misura prevista per contrastare il fenomeno della violenza negli stadi o palazzetti di qualunque disciplina sportiva è stata applicata per quanto avvenuto lo scorso ottobre, durante e al termine della partita tra Paganese e Monopoli

Scontri all’interno della stessa tifoseria: nove persone appartenenti al tifo della Paganese sono stati raggiunti dal Daspo. Il lavoro d’indagine è stato condotto dai carabinieri di Pagani, agli ordini del tenente Angelo Chiantese. La misura prevista dalla legge per contrastare il fenomeno della violenza negli stadi o palazzetti di qualunque disciplina sportiva è stata applicata per quanto avvenuto lo scorso ottobre, durante e al termine della partita tra Paganese e Monopoli. I nove, tra i quali ci sono giovanissimi ma anche persone di età adulta, sono stati inoltre denunciati anche per rissa. Affronteranno dunque, in ragione di ciò, anche un processo davanti al tribunale di Nocera Inferiore.

Incastrati dai video

La violenza consumata ha origini antiche, con un frazionamento all’interno della stessa tifoseria nato per il tipo di approccio da avere nei confronti della squadra. In sostanza, le prime discussioni - stando alle indagini dei carabinieri - sarebbero avvenute all’interno della curva, durante il match contro la squadra pugliese. Futili motivi, legati all’opportunità o meno di contestare la squadra che non aveva conseguito risultati positivi nelle precedenti partite. La discussione, con le prime aggressioni registrate sugli spalti, sarebbero poi continuate anche all’esterno dello stadio "Marcello Torre". Violenza a mani nude, senza l’uso di oggetti o armi improprie, sedata dai carabinieri della tenenza con non poca fatica. Una volta che il gruppo di ultras si era sparpagliato, i militari avevano avviato un lavoro di tipo investigativo. Da una ricostruzione fatta attraverso filmati di videosorveglianza, la tenenza ha identificato i principali responsabili della rissa. Due dei nove erano stati in passato destinatari di provvedimenti di Daspo. Le durate sono di due anni circa per ognuno di loro. Il lavoro dei carabinieri è stato poi incartato e inviato alla Questura di Salerno, che ha notificato i provvedimenti di tipo amministrativo. Quella partita era stata persa dalla Paganese per 1 a 0. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • Luci d'Artista 2019/2020: un giro d'affari di quindici milioni di euro

  • Choc in via San Leonardo, a Salerno: donna trovata morta con la gola tagliata

Torna su
SalernoToday è in caricamento