Pagani, rissa notturna tra stranieri: ferito magrebino con cocci di bottiglia

L'episodio intorno alle quattro di notte, con un gruppo di stranieri a darsele di santa ragione, qualcuno anche armato di cocci di bottiglia. La persona che ha avuto la peggio ha 30 anni

Una rissa tra extracomunitari ha rotto la tranquillità a piazza Sant'Alfonso, a Pagani, venerdì notte. Uno dei feriti, un magrebino, è finito in ospedale con una prognosi di sette giorni. L'episodio intorno alle quattro di notte, con un gruppo di stranieri a darsele di santa ragione, qualcuno anche armato di cocci di bottiglia. La persona che ha avuto la peggio ha 30 anni: dopo la colluttazione è stato lasciato a terra, ferito. Alla base della scazzottata futili motivi o reazioni inconsulte causata dall'abuso di alcol. Sul posto è giunta un'ambulanza, allertata da qualche passante, che ha trasferito il ferito all'Umberto I di Nocera Inferiore. La città di Pagani torna al centro di un episodio di violenza, dopo la due giorni di blitz che la polizia di Nocera Inferiore aveva effettuato per prevenire fenomeni di criminalità e di spaccio di droga. L'episodio di venerdì sera porta alla ribalta l'urgenza di maggiori controlli e prevenzione su di un territorio difficile, come è quello di Pagani oramai da anni. Durante la festa della Madonna delle Galline, in un portone, qualcuno aveva esploso alcuni colpi di pistola in aria. Un episodio allarmante, passato sotto traccia, che sottolinea però l'urgenza di monitorare costantemente il territorio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento