Marito stalker a Pagani, lasciato dalla moglie comincia a picchiarla e pedinarla

I fatti commessi si dividono in un periodo tra il 2015 e il giugno 2016, fase in cui furono denunciati i maltrattamenti e le intimidazioni

Maltrattava e perseguitava la moglie, finisce a processo un 43enne di Pagani. «Devi fare la peggior morte», le avrebbe augurato il marito, che poi - secondo un'indagine della procura di Nocera Inferiore - prendeva a colpire con pugni e calci la donna. Un clima di violenza e tensione, nel quale spesso l'imputato traeva il suo sfogo anche distruggendo suppellettili e altri oggetti presenti in casa. 

Le accuse

I fatti commessi si dividono in un periodo tra il 2015 e il giugno 2016, fase in cui furono denunciati i maltrattamenti e le intimidazioni, seguiti da un ulteriore periodo individuato dal mese di giugno, fino al momento in cui arrivò la denuncia. La donna, infatti, decise di rompere la sua relazione e denunciare l'ex marito alle forze dell'ordine. Tale decisione spinse l'uomo a perseguitare l'ex coniuge, pedinandola ad esempio per strada o sui luoghi di lavoro della donna, con appostamenti continui. La sua intenzione era di «esercitare un controllo costante sulla donna, minacciandola e molestandola fino a procurarle timore per la propria stessa vita». Ora lo attende il processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • Luci d'Artista 2019/2020: un giro d'affari di quindici milioni di euro

  • Choc in via San Leonardo, a Salerno: donna trovata morta con la gola tagliata

Torna su
SalernoToday è in caricamento