Pagani, violentata a turno in auto: chiesta la conferma della condanna per due giovani

La procura generale di Salerno ha chiesto la conferma della condanna in primo grado per i due ragazzi, di Pagani, già giudicati per aver sequestrato e violentato a turno una ragazza minorenne. La sentenza arriverà il 12 luglio

La procura generale di Salerno ha chiesto la conferma della condanna in primo grado per i due ragazzi, di Pagani, già giudicati per aver sequestrato e violentato a turno una ragazza minorenne. La sentenza arriverà il 12 luglio. La difesa ha invece chiesto al collegio una rideterminazione della pena. La vicenda che ha generato il processo prese piede nella notte compresa tra il 13 e il 14 febbraio 2016.

L'indagine

La giovane vittima, all’epoca 16enne, si trovava in compagnia di un’amica all’interno di una cornetteria. Uscita per tornare a casa, aveva incrociato i due ragazzi, che conosceva entrambi. Con uno dei due, stando ad una perizia eseguita sui telefoni cellulari, aveva avuto anche una relazione pregressa. La ragazza fu invitata a salire in auto prima con modi gentili, poi con la forza, nonostante i suoi tentativi di fuga. Una telecamera di sorveglianza su strada riprese tutta la sequenza. Durante il tragitto la minore riuscì ad uscire dall’auto, chiedendo per due volte aiuto, ma senza avere successo. Quando fu poi riportata all’interno, fu condotta nei pressi di un liceo e costretta a consumare un rapporto sessuale con entrambi. La violenza durò all’incirca un’ora. Fu poi riaccompagnata nei pressi di casa, ma con la minaccia di non raccontare nulla. Alla madre, dopo essere finita in ospedale, raccontò tutto, dando il via anche alle indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

Torna su
SalernoToday è in caricamento