Tutti in metro gratis: al via le corse, la diretta con il sindaco De Luca

Vetrella: "Abbiamo già programmato l'intervento per il completamento della tratta stadio Arechi - Pontecagnano - aeroporto - Campus universitario di Salerno (Lancusi, Baronissi, Fisciano), per un totale di circa 147 milioni"

Metro Salerno

Boom di presenze, per il via del progetto di servizio condiviso con Trenitalia spa che prevede 58 treni al giorno tra le 6.10 e le 22.15. Sei, le corse che raggiungeranno Mercato San Severino con un convoglio alimentato a gasolio. Per i primi mesi si tratterà di un orario provvisorio che successivamente andrà migliorato tenendo conto delle esigenze degli utenti.

E' partita, dunque, stamattina alle ore 5.45 la prima corsa di servizio dalla stazione centrale. Tanta curiosità tra i salernitani, mentre alle 10:10 il sindaco Vincenzo De Luca si è recato alla stazione per usufruire a sua volta del servizio. Ecco il viaggio in diretta.

Ore 10:10 - Il sindaco giunge presso la stazione per il primo viaggio ufficiale: grande folla. Tra i presenti anche consiglieri comunali di maggioranza e opposizione. Partenza con quattro minuti di ritardo.

Ore 10:18 - Innumerevoli persone in attesa alla stazione di Torrione.

Ore 10:21 - Boom di pendolari presso la stazione di Pastena.

Ore 10:24- Arrivo a Mercatello: anche in questo caso folla di salernitani alla fermata.

Ore 10:30- Fermata all'Arbostella, dove si nota decisamente meno affluenza.

Ore 10:34- Arrivo all'Arechi.

Presso l'Arechi, il sindaco ha preso la parola: "E' un'opera indispensabile per la vita dei quartieri della nostra città - ha esordito il Primo Cittadino - Abbiamo deciso di partire lunedì in maniera molto tranquilla: non ci aspettavamo di trovare tante persone in tutte le aree di attesa. Quest'opera ci è costata tanto lavoro e sacrificio: potranno raggiungerci da tutta la regione ed anche da Roma. Tutti potranno muoversi velocemente: prossimi collegamenti cui puntiamo, dunque, sono con l'aeroporto e l'Università". De Luca, poi, si è fermato a Pastena per salutare i bimbi della scuola Giovanni XXIII giunti in stazione per assistere al passaggio della metro. E l'assessore comunale al Trasporto, Luca Cascone ha aggiunto: "Puntiamo a collegare la metropolitana con altri mezzi di trasporto, ma per far questo è necessario modificare il piano di servizi. Stiamo lavorando".

“Con l’avvio del servizio della nuova linea ferroviaria di Salerno, che collega la tratta cittadina compresa tra la Stazione Centrale e quella di Arechi, si concretizza il risultato dell’importante sinergia istituzionale tra il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, la Regione Campania ed il Comune di Salerno”, ha osservato, intanto, l’assessore ai Trasporti della Regione Campania, Sergio Vetrella.

“I nuovi servizi offerti ai cittadini salernitani sono stati già contemplati all’interno del processo di riprogrammazione della rete di trasporto regionale, prevedendo quindi il giusto mix tra la nuova linea ferrata ed il trasporto pubblico su gomma, al fine di pervenire all’utilizzo ottimale, e senza sprechi, dei fondi pubblici destinati al trasporto nella città di Salerno e consentendo, al tempo stesso, una copertura completa dell’area urbana. -ha aggiunto - Il servizio, che nel periodo iniziale è a carico del Comune di Salerno, sarà poi incluso  nella rete dei servizi della Regione sulla base della copertura economica prevista dal protocollo tra il Ministero dei Trasporti, la Regione Campania ed il Comune di Salerno. Questo è solo il primo passo di un intervento più ampio che deve dotare la nostra regione di una linea ferroviaria che colleghi i vari territori più a sud nella provincia di Salerno -  ha concluso - A tale scopo, con la delibera approvata lo scorso 13 settembre e contenente l’aggiornamento del programma degli investimenti strategici, abbiamo già programmato tale intervento (completamento metropolitana di Salerno: tratta stadio Arechi – Pontecagnano – aeroporto – Campus universitario di Salerno (Lancusi, Baronissi, Fisciano), per un totale di circa 147 milioni”.

“Le Istituzioni insieme lo hanno fatto. Senza troppe parole ma con i fatti concreti: fatti e non parole è lo stile che viene chiesto alle Istituzioni soprattutto nei momenti di crisi”, incalza, infine, il presidente della Regione, Stefano Caldoro.

Le corse

In collaborazione con Roberto Junior Ler

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Paura a Battipaglia, rapinato un supermercato: donna ferita

Torna su
SalernoToday è in caricamento