PasParTu: viaggio a piedi per l'Italia, Riccardo Carnovalini e Anna Rastello nel salernitano

Tappa nel salernitano, per Riccardo Carnovalini e Anna Rastello che, camminando a piedi, attraversano l’Italia con il loro progetto nato nel 2012

"PasParTu" è un cammino basato sulla fiducia e l'ospitalità. Siamo una donna e un uomo: partiti da Torino, vorremmo conoscere Italia e italiani. Ci ospitate?": una domanda semplice ed efficace, da cui sono nate tante risposte che hanno dato vita ad un sogno. Tappa nel salernitano, per Riccardo Carnovalini e Anna Rastello che, camminando a piedi, attraversano l’Italia con il loro progetto nato nel 2012.  All’873esimo km del loro percorso sono giunti presso il Parco Archeologico di Legambiente a Pontecagnano Faiano,

Un viaggio straordinario e fiabesco, iniziato quando Anna Rastello conobbe Riccardo  per ricevere dei consigli su “Il cammino di Marcella”: 1300 km in settantadue giorni da Rossiglione a Lourdes per mantenere una promessa fatta nel 1997. In quell'anno la figlia Marcella fu vittima di un incidente automobilistico e fu dispersa nella vegetazione dopo un volo di 28 metri che le causò una tetraparesi spastica. Durante le ricerche, andate a buon fine, Anna Rastello fece la sua promessa che ha voluto realizzare anche con l’intento di rappresentare il viaggio che la società deve affrontare per accettare la disabilità.

Tre le regole del percorso: 1) ogni ospitalità dura solamente una notte; 2) chi ci ospita deve trovarci l'ospitalità per la sera successiva, in un raggio che va da 20 a 40 km (ma ne abbiamo percorsi anche 50) e senza farci tornare sui nostri passi; 3) se non ci viene trovata l'ospitalità, camminiamo sino alla più vicina città con stazione ferroviaria e torniamo a Torino, il punto di partenza. "Vorremmo completare le 4 stagioni, camminando 7 settimane per ogni stagione. Partiti per la stagione estiva nel 2012, abbiamo raggiunto Selci Lama (Umbria) in 49 giorni di cammino e abbiamo conosciuto 48 famiglie, associazioni, comunità e comuni. La seconda stagione, quella invernale, ci ha fatto arrivare da Selci Lama a Melfi (Basilicata) e nella terza,quella autunnale, siamo ripartiti da Melfi e gli amici che ci hanno ospitato ci hanno permesso di raggiungere Villa San Giovanni (Reggio Calabria). Circa km 4300 in 147 giorni di cammino e 144 ospitalità, alcune non troppo ospitali, ma tutte indimenticabili. Un cammino per dimostrare che possiamo aprire le nostre porte agli sconosciuti, dando fiducia a chi giunge all'improvviso a scompigliare il nostro quotidiano, anche se non lo vediamo in faccia, anche se non ha referenze!", spiegano i coraggiosi artefici di "PasParTu".

E sulla loro pagina Facebook, dunque, Anna e Riccardo hanno scritto del loro percorso panoramico che dal centro di Eboli è salito sulle colline circostanti, per giungere poi ad attraversare Olevano sul Tusciano, aggrappato ai monti Picentini, prima di arrivare a Montecorvino Rovella, per scambiare parole con fra Gianfranco. E poi del bosco di San Benedetto a Faiano, del parco archeologico di Pontecagnano. Un'esperienza incredibile che dona un soffio di libertà a tutti coloro che incrociano il loro cammino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di casa e sparisce nel nulla: imprenditore trovato morto a Colliano

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Pioggia di multe per i clienti dei negozi a Scafati: scoppia la rivolta dei commercianti

  • Uccisa e abbandonata a Salerno, 18 anni di carcere per l'assassino di Mariana

  • Presunto ufo a Capaccio Paestum: lo scatto attenzionato dagli esperti

  • "E' il tuo turno? Non mi interessa: ti ricevo dopo": sgarbo e razzismo all'Asl di San Severino

Torna su
SalernoToday è in caricamento