Trasporti, i pendolari della Campania chiedono un incontro all'assessore Sergio Vetrella

Nota stampa del coordinamento regionale pendolari della Campania

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

In data 19 gennaio u.s. si è svolta ad Avellino, la riunione del Coordinamento Regionale Pendolari della Campania, con lo scopo di discutere ed elaborare un documento su tutte le tematiche che affliggono il trasporto pubblico locale in Campania e quindi richiedere un incontro urgente con l'Assessore Regionale ai trasporti, Sergio Vetrella, cui poter rappresentare la posizione del Coordinamento su questa tematica.

Tale incontro si rende necessario in quanto è in fase di approvazione il Disegno di Legge Regionale sul trasporto pubblico locale approntato dalla Giunta Regionale in accordo agli adempimenti disposti dall'art. 3-bis, Decreto legge 13/08/2011 - convertito dalla legge 14/09/2011, n.148 e ss.mm.ii. che prevede, in sintesi, la razionalizzazione e l'efficientamento delle risorse per il trasporto pubblico, riconosce il territorio regionale coincidente con un unico Bacino Ottimale per il trasporto pubblico locale e prevede di bandire le gare pubbliche per l'assegnazione della gestione dei servizi di trasporto su più lotti omogenei, alla cui definizione la Regione sta lavorando. In questo modo sarà favorito l'accorpamento di aziende del trasporto ottimizzando le risorse finanziare. Inoltre, con la nuova Legge regionale, è prevista l'applicazione di tecnologie informatiche avanzate nella bigliettazione e controllo dei servizi di trasporto e l'attivazione di un Monitoraggio unico regionale.

Per quanto sopra, vista l'imminente approvazione del Disegno di Legge Regionale, il Coordinamento intende presentare nei prossimi giorni all'Assessore Vetrella, una serie di proposte volte alla salvaguardia del Diritto alla mobilità dei cittadini, chiedendo che qualsiasi scelta operata dalla Regione, abbia come obiettivo principale il soddisfacimento delle esigenze di una Utenza che negli ultimi anni è stata troppe volte penalizzata da innumerevoli disservizi e non più disposta a sopportare ulteriori tagli al servizio, in particolare nelle zone interne.

In estrema sintesi si chiede che a partire dal 2013 la Regione Campania inizi a "costruire" un sistema di trasporto attorno all'Utenza tenendo conto delle reali esigenze, delle specificità territoriali e rendendo parte attiva le Associazioni Pendolari nel processo di Monitoraggio e Controllo dei servizi di Trasporto Pubblico.

Torna su
SalernoToday è in caricamento