Pesca illegale tra Amalfi e Maiori, nove denunce

Due tonnellate di tonno rosso novello sequestrate e nove persone denunciate in costiera

Il tonno sequestrato (foto guardia di finanza)

E' di due tonnellate di tonno rosso allo stato novello e di nove pescatori di frodo denunciati all'autorità giudiziaria il bilancio di operazioni contro la pesca illegale messe in atto dagli uomini della sezione operativa navale della guardia di finanza di Salerno. I sequestri sono avvenuti ad Amalfi, dove appunto due pescatori originari di Cetara sono stati bloccati a bordo di un'autovettura mentre trasportavano un notevole quantitativo di tonno rosso novello destinato alla vendita.

Altri sequestri sono stati effettuati tra Capo d'Orso e la Spiaggia del Cavallo Morto, nel comune di Maiori: qui altri pescatori (tra i quali diversi diportisti) avevano nascosto, nei pressi della scogliera, esemplari di tonno rosso novello all'interno di sacchi di iuta e plastica semisommersi dall'acqua. Il pesce sottoposto a sequestro, ritenuto idoneo al consumo umano da parte dei veterinari dell'Asl Salerno, è stato donato in beneficenza ad istituti caritatevoli della città.

Nei giorni scorsi la guardia di finanza aveva sequestrato 1,5 tonnellate di pesce allo stato novello mentre la guardia costiera aveva sequestrato oltre tre quintali di novellame.

 

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

  • Malore per una ragazza asiatica a Salerno, tensione nei pressi del Vestuti

  • Allerta Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole: la mappa dei comuni

  • Caso sospetto di Coronavirus a Ravello, isolato autista: chiuso il pronto soccorso

Torna su
SalernoToday è in caricamento