homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Agro nocerino sarnese, sequestrate 2 tonnellate di pesce senza etichetta

Lo ha reso noto a mezzo comunicato stampa la guardia di finanza: i sequestri sono avvenuti in tre esercizi a Nocera Inferiore e in due esercizi a Scafati. Cinque persone segnalate alle autorità competenti

Il pesce sequestrato (foto guardia di finanza)

E' ci circa 1800 chilogrammi di pesce sequestrato il bilancio dei controlli effettuati dagli uomini della guardia di finanza della sezione operativa navale di Salerno, coordinati dal reparto operativo navale di Napoli, nell'ambito del contrasto alla commercializzazione di prodotti ittici potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori.

NOCERA INFERIORE - In due pescherie sono stati trovati prodotti ittici congelati dagli stessi proprietari, pronti ad essere venduti nel periodo natalizio come pesce fresco. I responsabili, G. A. 49 anni e R.C. 36 anni, entrambi originari di Nocera Inferiore, sono stati segnalati all'autorità sanitaria per aver violato le norme vigenti in materia di etichettatura e tracciabilità dei prodotti.

Sempre a Nocera Inferiore, in un'altra pescheria, sono stati trovati prodotti ittici di dubbia provenienza ed in cattivo stato di conservazione con incipiente stato di putrefazione, pronti ad essere venduti nel periodo natalizio come pesce fresco. Il proprietario dell'esercizio, M. A., 39 anni, di Nocera Inferiore, è stato segnalato all'autorità giudiziaria per i reati di adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari, detenzione e commercializzazione di sostanze alimentari nocive.

SCAFATI - I militari della guardia di finanza hanno rinvenuto, in due esercizi commerciali, complessivi 690 chilogrammi di prodotti ittici senza la certificazione di provenienza ed in parte in cattivo stato di conservazione. Ai responsabili, A. G. 47 anni e F. D. 33 anni, entrambi originari di Torre Annunziata (Napoli), è stata comminata una sanzione amministrativa e il primo è stato anche denunciato.

Nel complesso i finanzieri hanno elevato sanzioni amministrative per 3500 Euro. Il pesce sequestrato è stato avviato a disintegrazione presso una ditta specializzata, a carico dei responsabili. Alle operazioni ha preso parte personale dell'Asl.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Incidente stradale a Mariconda: centauro gravemente ferito

    • Cronaca

      Sarno, ritrovata la 21enne scomparsa: incubo finito

    • Cronaca

      Lungomare, arrestati due spacciatori dai Falchi: droga nel succo di frutta

    • Cronaca

      Lavoro, il Comune di Salerno si prepara ad assumere: l'indiscrezione

    I più letti della settimana

    • Sorpresa all'aeroporto di Salerno: arriva Leonardo Di Caprio

    • Giovane accusa un malore sulla spiaggia: lanciate pietre contro i soccorritori

    • Vietri: furgoncino rischia di precipitare in un dirupo, traffico in tilt

    • Vallo, carenze igienico-sanitarie: sequestrato un noto bar

    • Allerta meteo dalla mezzanotte in Campania: temporali in arrivo

    • Sparatoria ad Angri, gambizzati due pregiudicati: killer in fuga

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento