Caro Rc Auto, oltre 20.000 adesioni per la petizione di Federconsumatori

Promettenti i primi risultati della petizione al Parlamento Europeo avviata dall'associazione per i consumatori contro le polizze triplicate e le disdette forzate "riservate" ai salernitani e al Sud in genere

Il presidente di Federconsumatori Salerno, Peppe Sorrentino

Incoraggianti, i numeri raccolti dal gruppo facebook “Mo bast! Ribelliamoci al Caro Assicurazioni al Sud” che la Federconsumatori ed il comitato "MoBast!" hanno messo in piedi per sensibilizzare i cittadini contro la "scellerata discriminazione nei confronti dei meridionali” attuata dalle principali compagnie assicurative. Oltre 20mila adesioni nel giro di pochi giorni, infatti, quelle degli utenti del social network più diffuso nel Bel Paese che rappresenta un prezioso strumento di divulgazione della petizione al Parlamento Europeo promossa dalla Federconsumatori per “scardinare definitivamente il criterio di residenza per la determinazione della tariffa Rc Auto”.

“Stiamo raccogliendo tantissime segnalazioni, tra cui molte inerenti la violazione dell’obbligo a contrarre, anche tramite il gruppo facebook che porta avanti la sua opera di sensibilizzazione in ogni ora del giorno e della notte – ha esordito il presidente di Federconsumatori Salerno, Peppe Sorrentino – ma anche nuove violazioni delle compagnie, tra le più svariate, che stiamo vagliando caso per caso, nonostante la pausa estiva, per tutte le iniziative opportune".

Tra i tanti utenti che si sono rivolti alla Federconsumatori, il signor Gennaro cui è stato chiesto di versare oltre 900 euro ogni sei mesi per l’assicurazione al suo motorino. E, ancora,  gli innumerevoli cittadini impossibilitati ad acquistare una moto perché non in condizioni di permettersi l’assicurazione.

Dito della Federconsumatori, dunque, puntato contro il Governo: "E' incredibile che il Governo nazionale, invece di intervenire a difesa dei cittadini, ancora una volta non sappia fare null'altro che regali alla peggiore delle lobby del nostro Paese”. Fonte di preoccupazione per l'associazione, anche il recente Dpr in attuazione all’art. 138 del Codice delle assicurazioni private: “Si intende uniformare, a livello nazionale, i risarcimenti per le lesioni conseguenti a incidenti stradali o nautici -  ha spiegato Sorrentino - ma l'adeguamento è al ribasso, ed i valori contenuti nelle tabelle di legge di prossima applicazione risultano inferiori del 40% ai valori proposti dalla tabella del Tribunale di Milano. I giudizi positivi espressi a caldo dalle compagnie, poi, ci insospettiscono e fanno pensare che un confronto ci sia stato e certamente non a favore dei danneggiati".

Dubbi anche sulla stessa costituzionalità del provvedimento, da parte di Sorrentino, poichè "di fatto, interviene ristrutturando parametri formatisi nel corso degli anni attraverso la giurisprudenza presso l'Autorità giudicante competente". Con l'approvazione delle nuove tabelle, inoltre, si rischierebbe di aumentare il contenzioso, con un conseguente aggravio di costi sociali "che costringerebbero le vittime ad adire l'autorità giudiziaria per vedersi riconosciuto il maggior danno non patrimoniale subito", concludono dalla Federconsumatori.

Per aderire alla petizione al Parlamento Europeo contro il caro Rc Auto, è possibile rivolgersi  alla Federconsumatori di Salerno in via Manzo 66, telefonando allo 089/2580418, oppure inviando una mail a federconsumatori@consumatorisalerno.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Pioggia e vento, nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Angri, investito da un treno mentre raggiunge il binario: grave studente

  • Incidente sulla Cilentana, muore Francesco Farro: donati gli organi

  • Incidente in litoranea ad Eboli, auto investe una donna: è morta

  • Travolta da un bus mentre attraversa la strada a Milano: grave maestra salernitana

Torna su
SalernoToday è in caricamento