Nuova viabilità in Costiera, Gagliano scrive agli albergatori preoccupati: "Incontriamo il Prefetto"

L'ex consigliere regionale di Praiano chiede al capo della Prefettura di ascoltare la voce degli operatori turistici della Divina

Salvatore Gagliano

Dopo l’ordinanza emessa dal Prefetto di Salerno rispetto alla viabilità lungo la Strada Statale 163 Amalfitana, per la stagione estiva 2020, arrivano le prime perplessità da parte degli albergatori della Divina.

L'appello

A farsi portavoce del loro pensiero è l’ex consigliere regionale, anche lui albergatore a Praiano, Salvatore Gagliano, che pur manifestando “grande apprezzamento per il lavoro svolto dal Signor Prefetto, il quale con grande anticipo, ha deciso, di comune accordo con molti Sindaci, di regolamentare la viabilità in Costiera Amalfitana con l’intento di  evitare le tante paralisi di traffico”, non nasconde che sussistano una “serie problematiche  per i titolari di strutture ricettive della divina costa. Di certo - spiega Gagliano -  risulterebbero penalizzati i tanti nostri impiegati che provengono da Comuni non della costiera, e posso assicurare sono veramente in tanti. Poi le targhe alterne penalizzerebbero gli ospiti che arriverebbero o partirebbero dalle nostre strutture negli orari coperti da divieti”. Per questo, in accordo con altri albergatori, Gagliano si è reso  promotore per un incontro con i rappresentanti di ogni singola attività ricettiva “affinchè dall’interno di questo incontro, possano partorire delle legittime richieste, che una nostra delegazione illustrerà al Signor Prefetto e siamo certi che potrà procedere a delle deroghe, seguendo iniziative  già in atto nelle grandi città, un esempio per tutti la città di Roma”. 

La lettera agli albergatori:

Cari Colleghi Albergatori,  con uno spirito assolutamente  costruttivo, intendevo comunicarVi che il Signor Prefetto di  Salerno, di comune accordo con i nostri Sindaci, nei mesi scorsi   ha emesso  un’ordinanza Prefettizia  che andrà in vigore nella  prossima stagione estiva 2020. Il provvedimento assunto, a mio parere, sebbene condivisibile sotto tanti aspetti, per altri penalizza  tantissimo la nostra categoria di Albergatori. Per cui desidererei confrontarmi con tutti Voi, per valutare la  possibilità di chiedere un incontro con il Signor Prefetto  di Salerno  S.E. Dr Francesco Russo  affinchè lo Stesso, possa ascoltare le  nostre ragioni, ed apportare un correttivo al provvedimento assunto, con l’intento di agevolare sia i  turisti che devono lasciare o raggiungere le strutture ricettive dei Comuni interessati  dal provvedimento (sulla falsa riga di altre Città, vedi Roma ).  E  sia coloro che, impiegati presso le suddette strutture ma che provengono da Comuni non della Costiera (e sono veramente in tanti ). E nell’ipotesi di un riscontro negativo, valutare tutti insieme la possibilità di ricorrere a soluzioni alternative che consentano di evitare che, a partire dalla prossima stagione estiva 2020, possano prodursi danni ingenti a carico delle nostre attività turistiche. Per avere la possibilità di poter procedere ad un  incontro congiunto fra noi  operatori turistici, Vi  invito ad inviarmi un cenno di  adesione o di condivisione alla mia proposta. Sarò mia premura aggiornarVi circa la data e l’orario di un incontro eventuale.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente sulla Cilentana, muore anche la 17enne di Albanella

Torna su
SalernoToday è in caricamento