Auto, bus e sensi di marcia: presentato il piano generale del traffico urbano

Il piano è stato redatto, su indicazione del Comune di Salerno, dall’Università di Salerno - Dipartimento di Ingegneria Civile. Il lavoro sarà illustrato dal professore Stefano De Luca

Auto, pullman, sensi di marcia, presidi fissi ma soprattutto una "mentalità nuova". Il Comune di Salerno ha presentato stamattina il piano generale del traffico urbano, redatto dall'Università degli Studi di Salerno - Dipartimento di Ingegneria Civile e illustrato alla stampa dal professore Stefano De Luca con l'aiuto di alcune slide.

Il cronoprogramma

"Il piano sarà operativo dal momento dell'approvazione - ha chiarito l'assessore comunale alla mobilità Mimmo De Maio - Ciò non toglie che alcune anticipazioni possano essere messe immediatamente in campo. Si tratta di dispositivi che possono aiutare nella contingenza, di aiuto per risolvere alcune problematiche. Lo studio guarda anche più avanti, spalanca le porte a futuri orizzonti, si incrocia con il sistema del trasporto pubblico locale, della sosta, il sistema di collegamenti con piste ciclabili, fino ai percorsi pedonali e ai collegamenti segnalati senza particolari disagi. Immaginiamo di partire subito dai nodi di criticità. Il primo è l'asse della Lungoirno che dovrà avere una sua entrata in vigore definitiva come asse di collegamento. Oggi è parziale. Dobbiamo capire anche che succede intorno alla Lungoirno: via Irno, Settimio Mobilio, via Dalmazia. Valuteremo, grazie a questo studio, anche diversi sensi di marcia e dovremo prevedere presidi fissi per canalizzare meglio il traffico veicolare nei luoghi e nei momenti nei quali verificheremo maggiore difficoltà. Cambiare il senso di marcia su via Nizza, ad esempio, agevola il transito su via Caterina. Il nodo focale, però, è anche il sistema di collegamento con i mezzi di trasporto pubblico. Non credo che oggi si possano ancora immaginare pullman che arrivino da un terminal all'altro in due ore".

Le grandi opere

"Stiamo ragionando anche sul trincerone Est, cioè via Luigi Cacciatore, bypassando via Diaz: si tratta di una trasversale che cambierà il sitema di viabilità in quella zona. E' stato fatto un sopralluogo pochi giorni fa. Entro fine anno avremo sicuramente a disposizione l'area superficiale". 

La presentazione

"Un piano complessivo che ha toccato tutti i settori e che si articola in quattro binari.Il quinto sarà aggiunto. Il trasporto non può essere solo quello in automobile - ha detto il professore Stefano De Luca - Devono esserci alternative: trasporto pubblico, pedonale, ciclabile. L'obiettivo è avere una integrazione delle modalità di trasporto, affinché ognuna possa dare il proprio contributo e si possa arrivare ad una riduzione dei flussi veicolari del 15%. Il piano mira a proporre soluzioni infrastrutturali e tecnologiche ma anche a cambiare la mentalità. Significa che seicento, settecento metri si possono fare a piedi, fino ad un chilometro. Non si può pretendere di arrivare a casa o nel luogo di lavoro sempre in auto". 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Pioggia e vento, nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Angri, investito da un treno mentre raggiunge il binario: grave studente

  • Incidente sulla Cilentana, muore Francesco Farro: donati gli organi

  • Incidente in litoranea ad Eboli, auto investe una donna: è morta

  • Travolta da un bus mentre attraversa la strada a Milano: grave maestra salernitana

Torna su
SalernoToday è in caricamento