Polizia locale del Comune di Positano: "Il lavoro non è volontariato"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Il lavoro non è volontariato: la differenza deve essere ben chiara a tutti, anche agli Amministratori del Comune di Positano! Nei giorni passati, il Comune di Positano ha emanato un avviso pubblico "per l'attuazione del servizio di viabilità stradale ausiliaria sulla S.S. 163 Amalfitana per informazioni alla popolazione e presidio del territorio". L'avviso in parola è teso apertamente ad affidare un servizio pubblico essenziale e delicato ad associazioni "no profit", rubricandolo come "attività di volontariato". Ergo: per risparmiare i soldi che servirebbero per pagare i lavoratori da impiegare nelle attività ausilarie di Polizia Locale per la corretta fruibilità dell'Amalfitana in estate, il Comune, in luogo di assunzioni temporanee nel periodo estivo, recluta volontari per svolgere in via continuativa quel lavoro per tutto il periodo estivo, ma.... senza compenso, al massimo risparmio sulla pelle delle persone!!! RITENIAMO L'INIZIATIVA MORALMENTE ED ETICAMENTE INACCETTABILE! Un Ente pubblico non può spacciare il lavoro per volontariato utilizzando associazioni no profit per svolgere progetti ed erogare servizi! E' come legalizzare lo sfruttamento. E' un tradimento, da parte dello Stato, delle regole e dei principi costituzionali di cui esso stesso si è dotato!Il pubblico deve dare un esempio: non si possono sostituire i dipendenti con i volontari! IL LAVORO SI PAGA!!! Inoltre dall'avviso per noi emergono gravi sconfinamenti rispetto alle previsioni normative che regolano i servizi ausiliari; cosa si intende per esempio, nel caso di specie, per presidio del territorio? c'è forse una interpretazione difforme ed estensiva del Codice della Strada, delle indicazioni del Ministero degli Interni e del Dipartimento della Protezione civile? Non è che si vogliono impiegare volontari per svolgere mansioni specifiche, che prevedono incombenze, poteri e guarentigie ascrivibili ai pubblici ufficiali elencati nell'art. 12 del CdS, o al massimo, a condizioni predeterminate, e solo per supporto, a personale ausiliare del traffico appositamente formato, in possesso di requisiti psicofisici soggettivi e di legale formazione? Un servizio di ordine pubblico deve avere requisiti di affidabilità per la pubblica sicurezza come previsti dalla legge per tutelare prima di tutti gli utenti, ma anche i volontari stessi (Saranno assicurati? Saranno dotati di poteri? Quali sarebbero i confini dei loro compiti? Esiste una esigibilità legale delle loro indicazioni? L'ausiliare della viabilità non è altra figura?) Noi continuiamo a ritenere inaccettabile tale iniziativa! Pertanto invitiamo il Segretario Generale, i Funzionari e gli Amministratori del Comune di Positano, in primis il Sindaco, a riflettere su quanto esposto, a rivedere la decisione e a procedere con celerità con le assunzioni, anche stagionali, di personale dipendente, come per legge. Non c'è altra strada! IL LAVORO SI PAGA E GLI UTENTI HANNO IL DIRITTO SACROSANTO ALLA SICUREZZA E ALLA FRUIBILITA' DELLA COSTIERA! E' un binomio imprescindibile! Questa O. S. vigilerà e, se necessario, informerà dell'iniziativa la Procura della Repubblica e la Corte dei Conti. Il Segretario Provinciale Ornella ZITO

Torna su
SalernoToday è in caricamento