Bacia una minore: impiegato pubblico di Polla finisce nei guai

L'uomo è accusato di violenza sessuale aggravata. La scorsa estate avrebbe preso di mira una tredicenne che stava giocando vicino alla sua abitazione

Un dipendente pubblico di circa 60 anni, residente a Polla, è accusato di violenza sessuale aggravata su una ragazzina di 13 anni. A far scattare le indagini, condotte dai carabinieri, la denuncia presentata dai genitori della presunta vittima dopo aver ascoltato il suo racconto.

L'inchiesta

L’episodio  si sarebbe verificato la scorsa estate quando l’uomo, mentre la 13enne giocava vicino alla sua abitazione, l’avrebbe invitata, con una scusa, ad andare in un luogo appartato e all’improvviso si sarebbe avvicinato a lei per baciarla sulla bocca. La giovane, sconvolta, ha poi rivelato l’accaduto a mamma e papà, i quali si sono rinvolti subito alla locale Stazione dell’Arma. L’uomo ha ricevuto, nelle ultime ore, l’avviso di conclusione delle indagini a suo carico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

  • Malore per una ragazza asiatica a Salerno, tensione nei pressi del Vestuti

  • Allerta Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole: la mappa dei comuni

  • Caso sospetto di Coronavirus a Ravello, isolato autista: chiuso il pronto soccorso

Torna su
SalernoToday è in caricamento