Positano, sostanze chimiche nel sangue di Nicola Marra

I risultati ufficiali dell’autopsia eseguita dal professore Pietro Tarsitano della Federico II e dalla tossicologa Pascale Basilicata ancora non si conoscono, ma saranno consegnati alla Procura di Salerno entro una settimana

Nicola Morra

Nicola Marra potrebbe essere morto non solo a causa dell’alcol. I risultati ufficiali dell’autopsia eseguita dal professore Pietro Tarsitano dell'università Federico II e dalla tossicologa Pascale Basilicata ancora non si conoscono, ma saranno consegnati alla Procura di Salerno entro una settimana.

Le indagine

Uno slittamento nella consegna delle perizie – riporta Il Mattino – scaturito da un qualcosa che sarebbe emerso dalle analisi e che avrebbe indotto i due esperti ad ulteriori approfondimenti. I risultati (non ancora ufficiali) evidenzierebbero la presenza, nel sangue di Nicola, di sostanze chimiche non ancora tipizzate. Insomma, sostanze che necessitano di ulteriori approfondimenti per capire di cosa si tratti e quali effetti potrebbero aver avuto sulle condizioni psicofisiche del ragazzo. Secondo quanto accertato finora ci sarebbero tracce di alcol nel suo corpo ma non in grandi quantità: Nicola aveva bevuto ma, probabilmente, non era tanto ubriaco come hanno tutti voluto far credere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

  • Costiera a lutto, è morto prematuramente il maresciallo Perrelli

  • Caso sospetto di Coronavirus a Ravello, isolato autista: chiuso il pronto soccorso

  • Coronavirus in Campania, De Luca scrive ai presidi: "Annullare le gite"

  • Precipita con l'auto in Costiera: 51enne di Pontecagnano vivo per miracolo

Torna su
SalernoToday è in caricamento