Princes Angri, 55 lavoratori trasferiti: la protesta e la replica dell'azienda

Il consigliere regionale Saiello ha partecipato alla protesta dei dipendenti dell’azienda di Angri con la senatrice Angrisani e la deputata Villani

“Con un annuncio senza possibilità di revoca, la multinazionale Princes Ltd ha informato i 55 lavoratori che entro il 28 febbraio dovranno lasciare la sede di Angri, armi, bagagli e famiglie al seguito, per trasferirsi a Foggia. Un paradosso per un’azienda la cui fortuna è dovuta alla produzione delle cosiddette “napoline”, particolari tipologie di pomodori prodotti sul Vesuvio e che in cinquant’anni sono divenuti un vero e proprio brand. Ed è assurdo che a partire dalla prossima primavera un pomodoro coltivato sul Vesuvio e il cui marchio ne riproduce addirittura la forma, dalla prossima Primavera debba essere prodotto altrove. Senza contare il disagio per molti lavoratori, gran parte dei quali hanno già espresso la loro impossibilità al trasferimento per comprensibili questioni di carattere familiare”. E’ quanto denuncia il consigliere del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello, che questa mattina ha preso parte alla protesta dei lavoratori Princes con la senatrice Luisa Angrisani e della deputata Virginia Villani.

La denuncia

“Ancora una multinazionale che lascia la nostra regione. Un’emorragia che dobbiamo frenare una volta per tutte. Proprio in questi giorni stiamo per depositare in Consiglio regionale una proposta di legge che consentirà di invertire questa tendenza e di frenare il fenomeno delle delocalizzazioni. Una misura che comporterà, per le aziende che hanno usufruito di aiuti di Stato, la restituzione, fino all’ultimo centesimo, dei finanziamenti di cui hanno beneficiato. Non possiamo più consentire il depauperamento del nostro tessuto produttivo in una regione che da troppi anni soffre una grave emergenza sociale e occupazionale”.

La nota della Prince Industrie Alimentari

Princes Industrie Alimentari (PIA), azienda italiana leader nel settore della lavorazione del pomodoro in Europa e parte del gruppo internazionale Princes, ha avviato un progetto per rafforzare la propria presenza operativa in Italia attraverso una sede operativa unica a Foggia. Questo processo, che non prevede alcun licenziamento, comporta il trasferimento della gestione operativa e dello staff attualmente con sede ad Angri (Salerno). Circa 50 dipendenti di PIA lavorano attualmente ad Angri e sono adibiti a operazioni di gestione (amministrative, logistiche, risorse umane, ecc.). Ad ogni dipendente è stato garantito lo stesso ruolo all'interno della nuova organizzazione centrale di PIA a Foggia. Tale progetto è quindi funzionale a sostenere e incrementare lo sviluppo del business di Princes nel Sud Italia e a consolidare le condizioni per una presenza forte e resistente nel lungo termine. Con tale finalità Princes sta creando nuovi uffici nel suo sito di Foggia, che continua a ricevere investimenti di capitale per migliorare la propria efficienza produttiva. La concentrazione delle attività presso Foggia garantirà l'integrazione tra produzione e gestione, aumenterà l'efficienza operativa e i livelli di sostenibilità, migliorerà la comunicazione interna e il lavoro di squadra di tutti i dipendenti di Princes in Italia. Queste sono le condizioni positive del progetto che sono state presentate dai rappresentanti di PIA alle Organizzazioni Sindacali firmatarie del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. Con le predette Organizzazioni la Società è impegnata già dallo scorso mese di novembre in un confronto trasparente in ossequio all’obiettivo comune, nel rispetto dei diversi ruoli, di assicurare la migliore realizzazione possibile del citato progetto di rafforzamento.

Potrebbe interessarti

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

  • Potassio: come assumerlo e perché fa bene a cuore, reni e ritenzione idrica!

  • Battipaglia, serpente a spasso in via De Amicis: l'appello

  • Trasporto pubblico, al via la campagna di abbonamenti gratuiti Unico Campania

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sul Trincerone: Salerno si stringe attorno alla famiglia di Francesco, il cordoglio del sindaco

  • Incidente a Giovi: auto finisce in un precipizio, 4 feriti gravi. Scannapieco in pericolo di vita

  • Tragedia in Costiera Amalfitana: uomo si impicca a Vettica

  • Ricoverata d'urgenza a 12 anni: muore nella notte la piccola Francesca, choc a Matierno

  • Lutto a Salerno, morto il medico-pediatra Luca Budetta

  • Incidente mortale ad Agropoli: auto contro un muretto, muore 17enne

Torna su
SalernoToday è in caricamento