Polla, rapina a mano armata in banca: indentificato il colpevole

F.S. mise a segno, con un complice, una rapina a mano armata, il 10 ottobre scorso, presso la Banca del Cilento di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania

E' stato arrestato F.S., un pregiudicato cinquantenne di Catania, responsabile, con un complice in via di identificazione, della rapina a mano armata messa a segno il 10 ottobre scorso, presso la Banca del Cilento di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania. I militari della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina, coordinati del Capitano Davide Acquaviva, infatti, sono riusciti a identificarlo. I due rapinatori armati, nell’ottobre dello scorso anno, durante l’orario di pausa pranzo dell’istituto bancario, dopo aver tagliato la lamiera e parte del vetro antiproiettile, si erano introdotti da una finestra sul retro, sorprendendo due impiegati di cassa, intenti in operazioni di resoconto giornaliero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I malviventi, sotto la minaccia di un taglierino ed una pistola semiautomatica, costrinsero le vittime, con violente spinte e strattoni, ad aprire il caveau e la cassaforte lì contenuta, al fine di rubare l’incasso. Ma non riuscirono nell'intento per via dell’apertura temporizzata del dispositivo blindato. Rubarono, dunque, la somma contante di 10.000 euro, disponibili per operazioni contabili. Tutta la rapina durò 5 minuti. Le indagini, condotte dai Carabinieri della Stazione di Polla, hanno permesso di risalire all'arrestato che, armato di pistola, aveva minacciato entrambi i dipendenti. I carabinieri, attraverso l’analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza, acquisite nella
banca, teatro della rapina, ed in tutto il Vallo di Diano, hanno, così, individuato il rapinatore, ricostruendone il percorso seguito per la fuga, protrattasi fino in Sicilia, a bordo di una Nissan Juke di colore grigio metallizzato. L'uomo è detenuto all’interno del carcere di Parma, già arrestato con l’operazione “Broken Window” dei Carabinieri di Salsomaggiore per una rapina, condotta con lo stesso modus operandi,
nel febbraio 2017, presso la filiale Cariparma di Collecchio (PR).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, Sarno si sveglia in lacrime: muore Michele, 38enne ricoverato al Ruggi

  • Suicidio a Salerno, si lancia dalla finestra e muore sull'asfalto

  • "Alimenti scaduti nel mio pacco": il direttore del Banco Alimentare risponde alla mamma di Pontecagnano

  • Covid-19, sospende il pagamento dell'affitto per gli inquilini in difficoltà: il bel gesto di una cittadina di Baronissi

  • Coronavirus: 1° contagio a San Mango e nuovo caso a San Severino, i nomi dei pazienti

  • Coronavirus: nuovi contagi a Baronissi e a San Valentino Torio, Valiante dà il nome

Torna su
SalernoToday è in caricamento