Rapinano un furgone di medicinali, autista sequestrato: tre arresti

Un lungo pedinamento, tra Potenza e Salerno, ha visto coinvolti gli agenti della polizia stradali di Napoli, che sono riusciti ad ammanettare tre persone con l'accus di rapina e sequestro di persona

Nella notte tra il 20 e 21 giugno gli agenti della Polstrada di Napoli, su disposizione della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, hanno arrestato tre persone. Le manette sono scattate ai polsi di D.R, nato ad Angri ma residente a Monte Urbano (Fermo); R.Z, nato e residente a Sarno; G.F, nato a Sant’Antonio Abate ma residente ad Angri: tutti accusati di rapina e sequestro di persona. Ma R.Z e G.F anche di ricettazione e detenzione di arma da sparo clandestina completa di caricatore e munizionamento. Una sola denuncia, invece, è scattata nei confronti di un altro soggetto, anche lui accusato di rapina e sequestro di persona in concorso.  

L’OPERAZIONE:

Alle 23 circa del 20 giugno scorso due pattuglie della Polstrada di Napoli in abiti civili si sono recate in località Tito di Potenza dove erano state segnalate, nei giorni precedenti, delle rapine. E, infatti, alle 23.10 circa gli agenti hanno notato il transito di un’ autovettura Peugeot 207, guidata da G.F, già noto alle forze dell’ordine in quanto esponente di spicco del noto clan camorristico “Fontanella” e destinatario in passato della misura della sorveglianza speciale di polizia di stato e di misure di prevenzione. Verso le 00.30 la centrale operativa ha confermato ai poliziotti che era in corso una rapina con sequestro di persona ai danni di un veicolo commerciale (autocarro Fiat Ducato) carico di prodotti medicinali. L’autista del mezzo, infatti, era stato sequestrato e legato dai rapinatori, i quali avevano il volto coperto ed erano armati di pistola.

Per questo gli agenti hanno iniziato un lungo pedinamento sul raccordo autostradale Sicignano - Potenza in direzione Salerno. Il pedinamento è durato fino all’Autostrada A3, dove all’altezza dello svincolo di “Fratte” gli agenti hanno potuto notare che dietro al furgone vi era una Mercedes Classe A di colore nero, inizialmente ferma in un piazzola di sosta in attesa del transito del veicolo rapinato, con una sola persona a bordo, che impegnava l’arteria autostradale; al passaggio del veicolo rapinato, ponendosi a seguito dello stesso e  seguendolo a brevissima distanza, i poliziotti hanno sorpassato il furgone notando che l’autista indossava dei guanti protettivi durante la guida. Per questo, nei pressi di Nocera Superiore, hanno bloccato il mezzo facendo rallentare alcuni veicoli industriali che li precedevano. Gli occupanti dei due veicoli, quindi, sono stati prontamente fermati dal personale della Polfstrada.

Contemporaneamente altri poliziotti hanno continuato le ricerche della Peugeot 207 per comprenderne il coinvolgimento nella rapina. La vettura, con alla guida il pregiudicato R.Z e a bordo l’altro pregiudicato G.F, è stata fermata, poco dopo, nei pressi dello svincolo di Angri. Successivamente, grazie ad una meticolosa perlustrazione della carreggiata percorsa dalla macchina,  sono state rinvenute alcune decine di metri prima una pistola semiautomatica calibro 7.65 completa di caricatore e proiettili con matricola abrasa,  cappellini e guanti e apparecchi telefonici dei soggetti. Al termine di tutte le operazioni i tre uomini sono stati arrestati e rinchiusi nel carcere di Salerno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Paura a Salerno, le onde invadono la spiaggia di Santa Teresa

  • Dramma alla Cittadella: medico stroncato da un infarto, inutili i soccorsi

Torna su
SalernoToday è in caricamento