Rapine e furti a Salerno, Celano: "Istituire il vigile di quartiere"

Il consigliere comune di opposizione insieme agli esponenti di "Attiva Salerno", Angelo Marinari e Maria Luisi Pirra, intervengono a gamba tesa sugli ultimi episodi di criminalità avvenuti nel capoluogo

Celano

“A Salerno ormai c’è una emergenza sicurezza: quindi riteniamo necessario istituire la figura del vigile di quartiere”. A chiederlo a gran voce, dopo gli ultimi episodi di furti e rapine messi in atto nel capoluogo, sono  il consigliere comunale Roberto Celano e i responsabili dei dipartimenti “sicurezza” e “attività produttive” dell’associazione Attiva Salerno Maria Luisa Pirri e Angelo Marinari che di recente hanno incontrato Marco Quaranta, titolare del negozio di tabacchi di via Premuda che ha subito giovedì sera la quinta rapina (oltre ad un furto con scasso) nel suo esercizio commerciale, il quale ha rappresentato tutta la sua preoccupazione e il suo sdegno per l’accaduto. 

E’ necessario intervenire con sollecitudine e non è più procrastinabile un maggior coordinamento interforze, al fine di programmare interventi concreti ed incisivi in modo che, a seconda delle proprie competenze, ognuno possa intervenire sui diversi livelli di sicurezza. Crediamo – dichiarano Celano, Pirri e Marinari – che sia indispensabile istituire la figura del vigile di quartiere che consente di avvicinare le Istituzioni ai cittadini e dislocare in più punti del territorio presidi della polizia municipale. E’ necessario investire maggiori risorse comunali in sicurezza, stanziando fondi per “straordinario” notturno al fine di consentire ad agenti della polizia municipale di controllare il territorio anche durante la notte”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per gli esponenti di Attiva Salerno “sarebbe opportuno pensare ad un maggior utilizzo di supporti tecnologici, come telecamere di videosorveglianza installate nei punti più a rischio della città (ad esempio in prossimità delle stazioni della metro), gestite da una control room allestita nella sede più opportuna, che possono monitorare la nostra città, fungendo da deterrenti ed accrescendo il senso di sicurezza del cittadino, bilanciando perfino l’eventuale insufficienza di risorse umane dislocate sul territorio. Sono solo alcune proposte utili al fine di attenuare la percezione di sicurezza che si vive in città”.  Infine replicano alle dichiarazioni del sindaco facenti funzioni Enzo Napoli proprio sul tema della sicurezza: “Minimizzare quanto sta accadendo senza pensare ad interventi risolutori non aiuta a risolvere il problema. La sicurezza sarà una priorità nel programma di attiva Salerno e dell’amministrazione che verrà”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, sospende il pagamento dell'affitto per gli inquilini in difficoltà: il bel gesto di una cittadina di Baronissi

  • Coronavirus: nuovi contagi a Baronissi e a San Valentino Torio, Valiante dà il nome

  • Coronavirus: contagiato anche un imprenditore a San Severino, parla il sindaco

  • Non risponde ai vicini: vigili del fuoco e carabinieri in via Dei Principati

  • Covid-19, morto anziano a San Marzano sul Sarno: il cordoglio del sindaco

  • Coronavirus: nuovi contagi a Nocera e Fisciano

Torna su
SalernoToday è in caricamento