Omicidio di Ravello, permesso di due giorni per Vincenza Di Pino

Potrà godere di un permesso di uscita per due giorni a settimana Vincenza Di Pino, ristretta agli arresti domiciliari dopo la condanna per omicidio in concorso - seppur il suo ruolo sia stato secondario - di Patrizia Attruia

Potrà godere di un permesso di uscita per due giorni a settimana Vincenza Di Pino, ristretta agli arresti domiciliari dopo la condanna per omicidio in concorso - seppur il suo ruolo sia stato secondario - di Patrizia Attruia avvenuto nel marzo del 2015. Di Pino, che dal 20 aprile scorso (e per altri sei anni) sconterà la pena presso la casa dello zio, potrà uscire ogni martedì e venerdì dalle 8 e 30 alle 10 per «poter attendere alle incombenze di vita propria e dello zio novantenne di cui si prende cura». Così hanno deciso i giudici della Corte d’Assise di Appello di Salerno. La donna è difesa dai legali Marcello Giani e Stefania Forlani. In primo grado, era stata condannata a 23 anni di reclusione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

Torna su
SalernoToday è in caricamento