"Dammi 500 euro o mostro la conversazione": ricatti su Skype, allarme anche nel salernitano

Persone tra i 30 e i 50 anni, si sono imbattute in richieste di amicizia provenienti da (presunte) avvenenti ragazze, le quali dopo un’iniziale amicizia su facebook, spostano la conversazione su Skype

Nuovo allarme ricatti, sui social network. Persone tra i 30 e i 50 anni, si sono imbattute in richieste di amicizia provenienti da (presunte) avvenenti ragazze, le quali dopo un’iniziale amicizia su facebook, spostano la conversazione su Skype.

La beffa

La “chiacchierata” si scalda e la ragazza inizia a mostrare il proprio corpo, invitando il malcapitato a fare altrettanto. Mentre la vittima ha ormai compiuto gli inequivocabili gesti, la conversazione si interrompe e arriva il messaggio con il ricatto: “Ho registrato tutto il video, se non vuoi che lo faccia circolare mi devi inviare 500 euro”. Come riporta Infocilento, casi del genere sono stati segnalati anche nel Vallo di Diano e in Cilento. Si raccomanda massima prudenza,

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • Va in Brasile per far visita alla figlia e non riesce più a tornare: l'appello di un salernitano alle istituzioni

  • De Luca ospite di Gramellini su Rai 3: dalla Campania sicura, ai "raddrizzatori di banane"

  • Incidente a Pontecagnano, morte cerebrale per il 37enne

Torna su
SalernoToday è in caricamento