Rapimento a Sant'Arsenio, il piccolo Francesco torna in Italia con il suo papà

Commovente, il post del papà su Facebook: "Forse sto sognando, ma vi posso assicurare che toccare con le propie mani il proprio figlio...ancora non capisco che sta succedendo"

Francesco

Lieto fine per la vicenda che ha tenuto con il fiato sospeso, per cinque anni, Sergio Solimo di Sant'Arsenio, papà del piccolo Francesco, rapito e condotto in Venezuela, dalla madre. Grazie alle indagini transnazionali coordinate dal Servizio per la Cooperazione Internazionale di  Polizia, diretto dal Dirigente Superiore della Polizia di Stato, Gennaro Capoluongo il bambino è stato ritrovato ed ora è tornato con suo padre in Italia. Nel 2010, il padre di Francesco aveva sporto denuncia per sottrazione di minore presso  la Stazione Carabinieri di Polla, ad opera della madre che, recatasi in Venezuela con il figlio di due anni, aveva deciso di non rientrare più in Italia. Le indagini furono immediatamente attivate e nel frattempo il papà presentò anche istanza di rimpatrio ex Convenzione dell’Aja. Nel 2012, il Tribunale per la Protezione dell’Infanzia a Caracas rese esecutiva la sentenza di rimpatrio del  piccolo ma l’esecuzione del provvedimento, nonostante i tentativi, rimase vana in quanto la madre con il bimbo si era resa irreperibile.

 

Nel 2014, la mamma perse la potestà genitoriale. E nei giorni scorsi, finalmente, a conclusione di una complessa ed articolata attività investigativa, la polizia Venezuelana, in costante contatto con l’Interpol, la ha rintracciata con il minore che finalmente ha potuto riabbracciare il padre partito dall’Italia non appena appresa la notizia del ritrovamento del figlio. Padre e figlio, hanno quindi lasciato il Venezuela, hanno fatto scalo a Madrid dove sono stati assistiti dall’Ufficiale di collegamento presente sul posto e sono poi ripartiti per l’Italia. Commovente, il post del papà su Facebook: "Forse sto sognando, ma vi posso assicurare che toccare con le propie mani il proprio figlio...ancora non capisco che sta succedendo, ma è meraviglioso. Vi ringrazio di cuore, ma una cosa è certa: ogni bambino ha bisogno di due genitori e 4 nonni. Grazie di cuore a tutti di nuovo".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti