Abuso edilizio nel Parco del Cilento, barca utilizzata come fienile

L'operazione è stata condotta dai carabinieri forestali Campania, insieme a quelli della stazione di Montano Altilia, a Rofrano

Abusi edilizi nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, l'operazione è stata condotta dai carabinieri forestali Campania, insieme a quelli della stazione di Montano Altilia, a Rofrano. Nello specifico, si tratta di una barca costruita al centro di un’area recintata con pali in legno e rete metallica. La stessa era stata adibita però a fienile, con tanto di copertura ad una falda con struttura portante realizzata con pali di castagno, infissi nel suolo e copertura e tompagni realizzati con struttura in legno e lamiere zincate. Il manufatto si trovava sul sito di Importanza Comunitaria e Zona di Protezione Speciale Monte Cervati. Gli interventi erano stati realizzati in assenza del necessario nulla osta dell’Ente Parco, ragion per cui è stata disposta la demolizione delle opere abusive e il ripristino dello stato dei luoghi entro 90 giorni dalla notifica del provvedimento. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna lo spettro del Covid-19 a Salerno città, la denuncia del Comitato San Francesco e l'appello di Polichetti

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Covid-19: positiva una dipendente bancaria a Salerno

  • Covid-19 alla gelateria Buonocore, il titolare: "Abbiamo chiuso per tutelare i clienti"

  • Covid-19, altri 7 contagi in Campania: i dati del bollettino

Torna su
SalernoToday è in caricamento