homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ritorna la sagra dello struzzo: protestano gli animalisti cavesi

Indignati, gli animalisti per il ritorno della sagra dello struzzo. I membri dell'associazione "Venganch'io": "Il Vescovo, alla nostra presidente, aveva assicurato che la sagra non si sarebbe più tenuta"

Il gruppo di animalisti

Indignati, gli animalisti di Venganch'io per il ritorno della sagra dello struzzo. Inizierà il 21 luglio, a Cava de' Tirreni, infatti, la manifestazione che ha suscitato l'ira dell'associazione: "Saremo presenti durante la prima serata di sabato, per protestare contro il perdurare di questa sagra, nonostante le polemiche e gli incidenti dello scorso anno, e per informare i cittadini sull'alternativa vegetariana e vegana a un'alimentazione onnivora, un'alimentazione salutare e rispettosa di tutti gli esseri senzienti", annunciano gli animalisti.

Dalla stessa associazione, poi, un monito chiaro al Vescovo: "Il Vescovo alla nostra presidente aveva assicurato che la sagra non si sarebbe più fatta - precisano da Venganch'io - Dopo un anno tutto è andato nel dimenticatoio: gli insulti, le offese, le botte, la parola data". Tengono a ricordare l'incresciosa aggressione che si verificò nel corso della sagra dello struzzo, gli animalisti: "Si continua a mentire affermando che lo scorso anno siamo entrati nel chiostro, quando invece siamo rimasti sempre e soltanto sulla strada pubblica. I volontari coinvolti sono stati usati come unica scusante dell'accaduto, per essere andati lì a provocare, come se poi un volantino su cui si cercava di sensibilizzare le persone verso la detenzione e uccisione di un animale esotico, potesse giustificare una sceriffata con calci, sputi e parolacce".

"Alla luce di ciò- hanno concluso i volontari - troviamo inaccettabile questa sfrontatezza da eterni impuniti, e saremo ancora lì a gridare il nostro sdegno per quello che è successo. Siamo qui a dire no alle sagra dell’arroganza".
 
 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Ma come possono i Francescani organizzare una sagra sul massacro di poveri innocenti? Roba da far rivoltare San Francesco nella tomba!!! L'uomo che amava gli animali, la natura, tradito dai suoi discepoli!!!

    • Avatar anonimo di Arturo
      Arturo

      non hai capito che c è la "mafia" sotto

      • Addirittura la "Mafia" ??? secondo me, a parte qualche possibile parentela o amicizia, con allevatori di struzzi, c'e' molto di atteggiamento capriccioso / dispotico... 

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Entra in casa della vicina e tenta di stuprarla: arrestato 24enne

  • Cronaca

    Palinuro, Anzola ancora non si trova: domani i funerali dei 2 sub salvati

  • Cronaca

    Dramma a Pontecagnano, anziano trovato morto in auto: si indaga

  • Cronaca

    Brucia la provincia di Salerno: decine di incendi tra l'Agro e il Cilento

I più letti della settimana

  • Cede la ringhiera del lungomare Trieste di Salerno: in tre cadono sugli scogli

  • Tre sub morti a Palinuro: rinvenuti i cadaveri in mare

  • Rientra l'allarme a Sant'Eustachio: fiamme sulla collina domate all'alba

  • Palinuro, si cerca il corpo del terzo sub: le prime ipotesi sull'accaduto

  • Prostituta uccisa, arrestato un muratore salernitano: è accusato di omicidio

  • Cade dalle scale e sbatte la testa: muore casalinga di 65 anni

Torna su
SalernoToday è in caricamento