Sentenze "pilotate per gli amici", prosciolto il sindaco Pagano: a giudizio il fratello giudice

Dal processo escono il sindaco di Roccapiemonte e fratello del giudice, Carmine Pagano, prosciolto dall'accusa di associazione a delinquere. In 19 saranno invece processati, tra imprenditori, costruttori e funzionari pubblici

Sentenze "pilotate" al tribunale di Salerno: processo bis per il giudice Mario Pagano, magistrato presso il tribunale di Salerno, poi trasferito in Calabria, rinviato a giudizio assieme ad altre 19 persone. Dal processo escono il sindaco di Roccapiemonte e fratello del giudice, Carmine Pagano, prosciolto dall'accusa di associazione.

Le decisioni del giudice

Il gup del Tribunale di Napoli, Fabio Provisier, ha assolto inoltre dall'accusa di abuso d'ufficio il giudice di pace Davide Palladino, dopo il rito abbreviato, disponendo il non luogo a procedere per la stessa ipotesi di reato verso Gerarda Torino. Oltre al giudice Pagano, sotto giudizio già in precedenza per i soli reati per i quali scattarono gli arresti domiciliari, ci sono anche imprenditori di case di cura, commercialisti, dipendenti pubblici, giudici e avvocati. A giudizio è stato mandato anche un funzionario di cancelleria e cognato del giudice salerintano, con l'ipotesi di truffa per un finanziamento regionale. Sempre quest'ultimo, lo scorso ottobre, fu condannato in abbreviato perchè partecipe a quel "sistema corruttivo" che i pm di Napoli ipotizzano essere stato messo in piedi da Mario Pagano. Secondo le indagini, il giudice avrebbe garantito esito favorevole nelle cause civili in cui erano coinvolti imprenditori amici: in cambio avrebbe ricevuto regali (come orologi di pregevoli marche) o somme di denaro in favore della Polisportiva Rocchese, della quale Pagano sarebbe responsabile diretto o tramite congiunti (la procura aveva chiesto il processo, proprio per questo, anche per il fratello sindaco. Ma il Riesame disarticolò l'intero impianto accusatorio). In altri casi, i regali avrebbero riguardato forniture varie in favore di un agriturismo a Roccapiemonte riferibile allo stesso magistrato. Le sentenze che avrebbero avuto esito favorevole erano quelle per gli amici imprenditori e anche per un noto costruttore. Il processo per i 19 partirà il prossimo marzo.

Potrebbe interessarti

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

  • Battipaglia, serpente a spasso in via De Amicis: l'appello

  • Mare sporco a Salerno: denunce e proteste dei cittadini

  • Sette cartomanti in poche centinaia di metri: nuova "invasione" sul lungomare

I più letti della settimana

  • Incidente a Giovi: auto finisce in un precipizio, 4 feriti gravi. Scannapieco in pericolo di vita

  • Lutto a Salerno, morto il medico-pediatra Luca Budetta

  • Colto da malore appena arriva in azienda: morto 49enne ad Atena Lucana

  • Incidente a Giovi: è morta Eleonora, l'amica della famiglia Scannapieco

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

  • Incidente a Giovi: ecco le condizioni di salute dei quattro feriti

Torna su
SalernoToday è in caricamento