Lutto nel mondo forense: è morto l'ex procuratore generale di Salerno Lucio Di Pietro

Il giudice si è spento all'Ospedale del Mare di Napoli. Lascia la moglie e i figli Amedeo e Francesco, entrambi avvocati

Lutto nel mondo forense della Campania. Si è spento all’età di 75 anni il magistrato Lucio Di Pietro, tra i più attivi nel contrasto contro la camorra e il terrorismo.

La malattia

Il giudice era malato da tempo ed è deceduto all’Ospedale del Mare di Napoli dov’era ricoverato. Era in pensione dal 2015 dopo 48 anni di servizio e il suo ultimo incarico è stato come procuratore generale di Salerno. Lascia la moglie e i figli Amedeo e Francesco, entrambi avvocati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il caso

Di Pietro fu impegnato nell'inchiesta che portò all'arresto del noto conduttore Enzo Tortora, insieme al collega Felice Di Persia. Un errore giudiziario di cui si è sempre rammaricato e che ha fatto da contraltare a decine di inchieste contro i clan di Cutolo e Alfieri, contrapposti nella più sanguinosa guerra di camorra della storia. Lavorò anche agli assassinii all'interno del carcere di Poggioreale durante il terremoto del 23 novembre 1980, ordinati proprio da Cutolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

Torna su
SalernoToday è in caricamento