La provincia di Salerno a rischio frane: ecco la mappa dell’Istat

Sarebbero poco meno di 600mila le persone residenti in zone a rischio frane, in provincia di Salerno. La mappa del rischio idrogeologico è stata aggiornata e diffusa dall’Istat

Rischio frane, la mappa dell'Istat

Un numero enorme, una cifra che fa riflettere: sarebbero poco meno di 600mila le persone residenti in zone a rischio frane, in provincia di Salerno. La mappa del rischio idrogeologico è stata aggiornata e diffusa dall’Istat. La proiezione dell’Istituto Nazionale di Statistica tiene conto dell’anno di costruzione delle abitazioni salernitane. L'obiettivo è fornire variabili e indicatori di qualità, a livello comunale, che permettano una visione di insieme sui rischi di esposizione a terremoti, eruzioni vulcaniche, frane e alluvioni, attraverso l'integrazione di dati provenienti da varie fonti istituzionali, quali Istat, INGV, ISPRA, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Per ciascun Comune i dati sul rischio sismico, idrogeologico e vulcanico sono corredati da informazioni demografiche, abitative, territoriali e geografiche.

La mappa

Nell’arco di tempo compreso tra il 1981 e il 2005 è stato costruito il 29% degli edifici. La crisi del mattone s’è fatta sentire: solo il 2% degli edifici presenti nel territorio salernitano, cioè da Scafati a Sapri, è stato, infatti, costruito negli ultimi dodici anni. Il 68,69%, invece, è di costruzione datata: palazzi edificati prima del 1980. 

Il dato cittadino

Nel capoluogo, risalgono agli anni ’80 migliaia di abitazioni, in pratica l’80%. Significa che dal 2005 ai giorni nostri sono stati realizzati poco più di 10mila palazzi nuovi. Vi abita almeno una persona. Sono materia di studio anche le caratteristiche delle abitazioni: costruite in muratura portante anziché in calcestruzzo armato. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

  • Costiera a lutto, è morto prematuramente il maresciallo Perrelli

  • Caso sospetto di Coronavirus a Ravello, isolato autista: chiuso il pronto soccorso

  • Precipita con l'auto in Costiera: 51enne di Pontecagnano vivo per miracolo

  • Coronavirus: due salernitani rientrati da Lodi si presentano al Ruggi, test negativi

Torna su
SalernoToday è in caricamento