Venditori abusivi e dehors non autorizzati: retata nel centro storico e sul lungomare a Salerno

Operazione congiunta di vigili urbani,carabinieri, polizia e guardia di finanza. Presenti anche il Prefetto e il Vice Questore. Rispoli (Csa) attacca il capo dei caschi bianchi: "Non c'era, evidetemente era impegnato altrove"

Lotta alla contraffazione e stretta sulle attività commerciali, blitz sui viali del lungomare e nel centro storico di Salerno. Ieri dieci pattuglie della polizia municipale, insieme a carabinieri, polizia e guardia di finanza hanno messo a segno sequestri nei confronti di venditori abusivi, mentre nel borgo antico sono stati elevati verbali a carico di tre esercizi commerciali: due di essi avevano installato tavolini e altre strutture senza permessi, l’altro risultava privo di qualsiasi autorizzazione. La serata, grazie allo sforzo congiunto delle forze dell’ordine, è trascorsa con la massima tranquillità per i cittadini.

Il commento

Soddisfazione per l’esito dell’operazione arriva della Csa: “E’ la conferma che il piano interforze è l’unica strada percorribile” sottolinea il segretario Angelo Rispoli, che aggiunge: “Questo è il modello che abbiamo sostenuto come sindacato. Bisogna affrontare l’emergenza del Lungomare intervenendo ognuno con le proprie specificità. Noi come Csa sosteniamo il piano interforze da attuare ogni giorno. Non appena siamo arrivati sul litorale insieme a Polizia, carabinieri e Finanza, le bande di abusivi gambiani e nigeriani sono scomparse. Faccio i miei complimenti ai colleghi della municipale per l’azione compiuta. Agire insieme consente maggiore incisività. Ringrazio il prefetto di Salerno e il vicequestore, presente in prima persona”. Non manca, però, una stoccata al comandante della municipale: “Evidentemente era impegnato altrove. Ognuno dà il proprio apporto”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Droga tra Agro e Irno, 14 arresti: uno dei fornitori vicino al clan Fezza - D'Auria

  • Pistole ed eroina per 200mila euro in casa sua, arrestato un 30enne a Pellezzano

Torna su
SalernoToday è in caricamento