Salerno, un convegno sulle nuove frontiere della fibromialgia

Il convegno ‘La sindrome fibromialgica: nuove frontiere’ sarà l’occasione per un confronto fra tutti i protagonisti del panorama italiano. Per scoprire di più su questa patologia e per sperimentare e rafforzare nuove cure

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

A Salerno si avvia una riflessione nazionale sulla Fibromialgia, nella città della scuola Medica salernitana esperti e studiosi si interrogheranno sulla patologia.

Il convegno ‘La sindrome fibromialgica: nuove frontiere’ sarà l’occasione per un confronto fra tutti i protagonisti del panorama italiano. Per scoprire di più su questa patologia e per sperimentare e rafforzare nuove cure.

Sabato 7 Luglio, dalle ore 9, presso gli Ospedali riunti San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona, nella sala Scozia in Via San Leonardo, CFU-Italia in collaborazione con Simsi organizzano la giornata ed avviano lo studio clinico nazionale terapia iperbarica a favore dei pazienti fibromialgici.

La Fibromialgia è una malattia cronica, debilitante e complessa che compromette la qualità di vita del 2-4% della popolazione, a causa del dolore generato. Può essere accompagnata (e forse collegata) ad altre condizioni fisiche e mentali che comprendono stanchezza, deterioramento cognitivo, sindrome del colon irritabile e disturbi del sonno.

Non è una malattia rara, affligge più di un milione e mezzo di persone in Italia, in particolare le donne, senza differenze di età e negli ultimi anni sono diverse le associazioni e i movimenti dal basso nati per sensibilizzare le istituzioni su questa malattia.

Prima delle sessioni sono previsti i saluti della autorità. Del dottore Longo, direttore Generale, del dottore Maiorino, direttore sanitario, del dottore Gerbasio, direttore sanitario del Presidio e del dottore D’Angelo, Presidente dell’ordine dei Medici di Salerno.

La prima sessione sarà moderata dal dottore Dante Lopardo (Dirigente responsabile S.S.D. terapia Iperbarica A.O.U. Salerno) e da Serafina Cracchiolo Vice Presidente CFU Italia. introdurrà Rosaria de Vitiis referente CFU-Campania. Nel corso della sessione interverranno la dottoressa Suzzi (Presidente CFU Italia), il professore Triggiani, il dottore Gammaldi, la dottoressa Ballerini (Dirigente medico anestesista algologo S.S.D. Terapia del dolore A.U.O. Palagi di Firenze.

La seconda sessione sarà moderata dal Professore Renato Saponiero (direttore U.O.C. NeuroRadiologia A.O.U. Salerno), da Catia Bugli e da Guglielmina Caponetto del direttivo CFU Italia.

Interverranno il dottore Longobardi (Presidente della società italiana Medicina Subacquea e Iperbarica – Direttore del centro iperbarico di Ravenna), la dottoressa Perone (dirigente Medico CardioAnestetista – Medico iperbarico A.O.U. Salerno), il Prof F. Esposito ed il dottore Locatelli (Neuroradiologia A.O.U. Salerno), il dottore Amendola (Psichiatria Resp SPDC Asl Salerno).

Significative poi le esperienze delle pazienti nella sessione ‘La nostra esperienza iperbarica’ con Agnese Wozniak, Caterina Ceravolo e Rosaria de Vitiis.

Concluderà la giornata la tavola rotonda dei medici iperbarici.
 

Torna su
SalernoToday è in caricamento