Malato, fa ricorso contro i domiciliari ma la Cassazione respinge: "Può curarsi"

Lo ha deciso la Cassazione, che ha respinto l'appello di un uomo di Sarno, di 50 anni, dichiarandolo inammissibile. La difesa aveva fatto leva sulla tipologia di malattia, oltre alla necessità di specifiche cure mediche

Anche se malato, resta in misura cautelare. Lo ha deciso la Cassazione, che ha respinto l'appello di un uomo di Sarno, di 50 anni, dichiarandolo inammissibile. La difesa aveva fatto leva sulla tipologia di malattia, oltre alla necessità di specifiche cure mediche

Il ricorso

Oltre a ciò, anche il differimento dell'esecuzione della pena, appellandosi alle gravi condizioni dell'uomo. "L'imputato è stato ammesso - si legge - alla detenzione domiciliare proprio per poter accedere, senza le limitazioni imposte dalla restrizione carceraria, ai servizi terapeutici presenti sul territorio. Tale misura alternativa al regime carcerario, riassociando il condannato alla propria abitazione e alla propria eventuale famiglia, offre adeguata risposta all'esigenza di mantenere alla pena un aspetto umanitario e una funzione rieducativa". La stessa misura ai domiciliari - secondo la pronuncia dei giudici - non contrasterebbe con lo stato di salute del ricorrente, che nulla ha mosso in termini di censura sullo stato nel quale si trova. Un regime che gli era stato applicato in virtù di una violazione commessa tempo prima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente sulla Cilentana, muore anche la 17enne di Albanella

Torna su
SalernoToday è in caricamento