Assegnati al Comune di Sarno i beni confiscati alla camorra

Saranno realizzati un laboratorio didattico ed un ecomuseo espositivo e divulgativo dei prodotti tipici dell'Agro sarnese e delle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio

Il sindaco Canfora

L’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC) ha trasmesso al Comune di Sarno il decreto di destinazione dei beni immobili e dei terreni confiscati alla camorra in via Ingegno. Ad annunciarlo l'Assessore al Demanio e al Patrimonio, Emilia Esposito. I beni confiscati, sono stati ufficialmente trasferiti al patrimonio indisponibile dell’Ente di Palazzo San Francesco. I cespiti, vengono consegnati nello stato di diritto e di fatto in cui si trovano, per essere destinati a finalità istituzionali e sociali.

Lo scenario

La Giunta Canfora ha approvato  lo studio di fattibilità elaborato dall'ufficio tecnico per il riutilizzo sociale degli immobili confiscati in via Ingegno. Il Comune si è candidato per essere ammesso ai finanziamenti per il recupero di un vecchio casolare previsti dal PON Legalità e POR Campania. "Dopo due anni di incontri con la Prefettura e l'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, possiamo finalmente dire di aver raggiunto un altro importante obiettivo - spiega l'Assessore al Demanio e al Patrimonio, Emilia Esposito - . E' intenzione del Comune di Sarno utlizzare i beni confiscati realizzando un laboratorio didattico ed un ecomuseo espositivo e divulgativo dei prodotti tipici dell'Agro sarnese e delle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio, anche attraverso la convenzione con gli istituti scolastici della zona".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di casa e sparisce nel nulla: imprenditore trovato morto a Colliano

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Pioggia di multe per i clienti dei negozi a Scafati: scoppia la rivolta dei commercianti

  • Uccisa e abbandonata a Salerno, 18 anni di carcere per l'assassino di Mariana

  • Presunto ufo a Capaccio Paestum: lo scatto attenzionato dagli esperti

  • "E' il tuo turno? Non mi interessa: ti ricevo dopo": sgarbo e razzismo all'Asl di San Severino

Torna su
SalernoToday è in caricamento