Falsi incidenti stradali per truffare le assicurazioni: in 16 a processo

Il gruppo è stato incastrato dalle denunce di due compagnie assicurative. L'accusa per tutti è di danneggiamento fraudolento di beni in concorso. In molti dei sinistri comparivano spesso le stesse persone, come responsabili e vittime

Falsi sinistri, mezzi danneggiati volontariamente e lesioni denunciate a danno o a favore di complici. Sono gli elementi raccolti dalla Procura di Nocera Inferiore che ha disposto il processo per 16 persone, accusate di aver truffato in più occasioni due compagnie assicurative, attraverso la denuncia di incidenti stradali mirata ad ottenere risarcimenti non dovuti. All’indagine coordinata dal sostituto Valeria Vinci ci lavorò la sezione operativa dei carabinieri di Nocera Inferiore nel 2015, raccogliendo elementi probatori nei confronti di persone residenti principalmente a Sarno. Ora dovranno comparire davanti al giudice Domenico Diograzia, con le accuse in concorso di danneggiamento fraudolento di beni assicurati. Sette le imputazioni messe nero su bianco: per l’accusa, gli indagati figuravano in qualità di autisti, testimoni e proprietari dei veicoli danneggiati in più sinistri denunciati alle forze dell’ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli episodi sono tutti compresi tra il 2010 e il 2013. A dare l’avvio agli accertamenti furono le denunce di due compagnie assicurative, la Genertel e l’Arca. Il meccanismo sarebbe risultato essere lo stesso per ogni sinistro che veniva denunciato, sul quale poi la compagnia assicurativa riscontrava più di una perplessità. Per ogni falso incidente vi era sempre una persona, che in qualità di legale si incaricava della messa in mora; poi c’era la proprietaria del veicolo danneggiato, il conducente che riportava lesioni e infine, il proprietario e conducente del veicolo responsabile. Questo per più volte, con gli stessi nominativi e in qualche caso, con lesioni denunciate per rendere l’incidente maggiormente credibile. I dettagli di tutti i sinistri finirono in un’informativa, con le accuse formulate dalla procura per i 16, in maggioranza provenienti da Sarno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Covid-19, sono 6 i nuovi casi positivi in Campania: 1 contagio ad Eboli

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Covid-19, nuovo caso positivo a Battipaglia: l'appello della sindaca

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

Torna su
SalernoToday è in caricamento