Sarno, uomo fugge dall'ospedale sanguinante: il retroscena dietro la rissa

Vi è un particolare elemento dietro la maxi rissa scoppiata tra cinque persone la notte scorsa a Sarno, in via Fabbricatore, intorno alle 3.30. E cioè, che una quinta persona è riuscita a fuggire e a farla franca sotto gli occhi dei carabinieri

La rissa

C'è un retroscena dietro la maxi rissa scoppiata tra cinque persone la notte scorsa a Sarno, in via Fabbricatore, intorno alle 3.30. E cioè, che una quinta persona è riuscita a fuggire e a farla franca sotto gli occhi dei carabinieri. Si tratta sempre di un marocchino, quello che ha dato inizio alla scazzottata a colpi di cocci di vetro con una donna, la persona che gestisce il circolo "Casablanca". Un ritrovo di extracomunitari che si è trasformato in un campo di battaglia. A finire in manette M.K. , E.D. , K.G. e O.S. , due uomini e due donne. I quattro sono comparsi ieri mattina davanti al giudice del tribunale di Nocera Inferiore, che ha convalidato l'arresto per tutti per poi disporre un divieto di avvicinamento tra le due persone protagoniste della rissa. La prima, è la donna che gestisce il circolo. Il secondo è l'uomo che al momento è irreperibile. Tra i due pare vi fossero diversi pregressi, con tanto di procedimento giudiziario in corso. Quando l'uomo è entrato nel circolo è scoppiata la rissa, poi proseguita all'esterno. 

Quando i carabinieri sono intervenuti hanno visto cinque persone distese a terra, doloranti, con escoriazioni sul collo, tagli al volto e alle dita delle mani. Sangue mischiato ad alcol, con i protagonisti che continuavano a minacciarsi in arabo da terra, provando più di una volta ad aggredirsi l'uno con l'altro, nonostante l'intervento dei carabinieri. All'ospedale "Villa Malta" le cose non sono cambiate: donne e uomini hanno provato a venire in contatto. Uno dei due è riuscito a schiaffeggiare le due donne. Queste ultime, ancor prima, erano riusciti a prendere a pugni i due uomini. La quinta persona, F.Y. , approfittando del caos in pronto soccorso è riuscito a scappare, dileguandosi e diventando irreperibile. I carabinieri sono sulle sue tracce: è lui quello che ha dato inizio a tutto. Ad una notte di follia tra stranieri, che ha permesso di riempire cartelle cliniche dai 5 ai 7 giorni di prognosi. I quattro sono attesi dall'inizio del processo fissato per l'11 ottobre.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Docente in difficoltà sbeffeggiata dagli alunni, un genitore alla nostra redazione: "Ha fatto tutto da sola"

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

Torna su
SalernoToday è in caricamento