Da Scafati alla Costiera per rubare automobili, arrestati dopo una fuga due giovani

L'episodio risale a venerdì notte, quando due giovani di Scafati, con precedenti, erano finiti in Costiera, a Maiori, per rubare un'auto

Un furto in trasferta sventato con l'arresto di due persone, di Scafati, effettuato dai carabinieri al termine di un lungo inseguimento. L'episodio risale a venerdì notte, quando due giovani di Scafati, con precedenti, erano finiti in Costiera, a Maiori, per rubare un'auto. Dopo aver individuato il veicolo, i due sono stati fermati ad un posto di blocco da parte dei carabinieri di Pagani, nella zona di Corbara, mentre rientravano nella loro città. Da lì, la decisione di fuggire, con i militari ad inseguire i due, durante una fuga ad alta velocità. L'auto con a bordo i due è stata fermata a Scafati, nei pressi di un passaggio a livello. Uno dei militari intervenuti si è anche ferito, durante l'inseguimento.  I due hanno 29 e 25 anni, entrambi arrestati in flagranza con la direttissima poi celebrata giorni fa, in tribunale. Per i due, il giudice ha disposto l'obbligo di dimora nelle rispettive città di residenza. L'accusa è di furto aggravato in concorso, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, Sarno si sveglia in lacrime: muore Michele, 38enne ricoverato al Ruggi

  • "Alimenti scaduti nel mio pacco": il direttore del Banco Alimentare risponde alla mamma di Pontecagnano

  • Covid-19, sospende il pagamento dell'affitto per gli inquilini in difficoltà: il bel gesto di una cittadina di Baronissi

  • Coronavirus: 1° contagio a San Mango e nuovo caso a San Severino, i nomi dei pazienti

  • Coronavirus: nuovi contagi a Baronissi e a San Valentino Torio, Valiante dà il nome

  • Coronavirus a Cava, contagiato medico di base: l'appello di Servalli ai pazienti

Torna su
SalernoToday è in caricamento