Caso Scarano: il monsignore torna a casa, il 3 dicembre in aula per il processo

E' tornato a casa, agli arresti domiciliari, monsignor Nunzio Scarano, ex addetto contabile all'Apsa, finito in carcere il 28 giugno scorso per corruzione in concorso

E' tornato a casa, agli arresti domiciliari, monsignor Nunzio Scarano, ex addetto contabile all'Apsa, finito in carcere il 28 giugno scorso per corruzione in concorso con l'ex 007 e il broker Giovanni Carenzio. Don Scarano stamani ha lasciato la casa di cura la Quiete di Pellezzano, dove fu trasferito il 25 ottobre scorso, quando il gip del tribunale di Roma, Barbara Callari, dispose i domiciliari.

"Come difensori - dice l'avvocato Silverio Sica - siamo soddisfatti che don Nunzio abbia ritrovato la serenità, soprattutto per affrontare un processo che si presenta complesso ed intenso". Il prossimo 3 dicembre il prelato salernitano, quindi, sarà sul banco degli imputati dinanzi alla quinta sezione del Tribunale di Roma.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Docente in difficoltà sbeffeggiata dagli alunni, un genitore alla nostra redazione: "Ha fatto tutto da sola"

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

Torna su
SalernoToday è in caricamento