Caso Scarano: il monsignore torna a casa, il 3 dicembre in aula per il processo

E' tornato a casa, agli arresti domiciliari, monsignor Nunzio Scarano, ex addetto contabile all'Apsa, finito in carcere il 28 giugno scorso per corruzione in concorso

E' tornato a casa, agli arresti domiciliari, monsignor Nunzio Scarano, ex addetto contabile all'Apsa, finito in carcere il 28 giugno scorso per corruzione in concorso con l'ex 007 e il broker Giovanni Carenzio. Don Scarano stamani ha lasciato la casa di cura la Quiete di Pellezzano, dove fu trasferito il 25 ottobre scorso, quando il gip del tribunale di Roma, Barbara Callari, dispose i domiciliari.

"Come difensori - dice l'avvocato Silverio Sica - siamo soddisfatti che don Nunzio abbia ritrovato la serenità, soprattutto per affrontare un processo che si presenta complesso ed intenso". Il prossimo 3 dicembre il prelato salernitano, quindi, sarà sul banco degli imputati dinanzi alla quinta sezione del Tribunale di Roma.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento