Caso Scarano: il monsignore ottiene i domiciliari presso una casa di cura

Lo ha deciso il gip Barbara Callari che ha accolto un'istanza degli avvocati Francesco Caroleo Grimaldi e Silverio Sica

Scarano

Andrà agli arresti domiciliari monsignor Nunzio Scarano, l'alto prelato coinvolto nell'inchiesta della procura di Roma sul fallito tentativo di rientro in Italia di 20 milioni di euro ritenuti riconducibili agli imprenditori Cesare, Maurizio e Paolo D'Amico.

Questa la decisione del gip Barbara Callari che ha accolto un'istanza degli avvocati Francesco Caroleo Grimaldi e Silverio Sica. Scarano, dunque, verrà trasferito presso una casa di cura  del salernitano. "Don Nunzio - ha detto l'avvocato Sica - ha espresso il desiderio, in attesa che si celebri il processo a dicembre, di essere ospitato in un convento della provincia quando sarà dimesso dalla casa di cura salernitana".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Morte di Melissa La Rocca, le parole della sua prof a una settimana dalla tragedia

Torna su
SalernoToday è in caricamento