Ior, monsignor Scarano ha paura: "E se mi avvelenano?"

Il prelato salernitano coinvolto nello scandalo dello Ior e degli uffici amministrativi del Vaticano, ricoverato nel reparto detenuti all'ospedale Ruggi di Salerno, consuma solo alimenti confezionati

Scarano

Scarano ha paura di essere avvelenato. Il sacerdote salernitano che, coinvolto nello scandalo Ior e degli uffici amministrativi del Vaticano, è attualmente recluso presso il reparto detenuti del Ruggi, ha deciso, non a caso, di consumare da ora e in poi soltanto alimenti confezionati.

Lo ha rivelato al suo avvocato e intende comunicarlo anche al Papa. Per lui, ricordiamo, la Procura ha chiesto il giudizio immediato come anche per l'operatore finanziario Giovanni Carenzio e per lo 007. L'udienza è fissata per il 3 dicembre.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento