Sciame di api alla scuola "Alemagna", chiuso il plesso: polemica con il Comune

Il dirigente salviniano Enzo Musto e il candidato sindaco forzista Gaetano Amatruda attaccano a muso duro l'amministrazione comunale che, a distanza di una settimana, non ha ancora risolto la problematica

Il muro

Da quasi una settimana i piccoli alunni e i docenti della scuola primaria “Alemagna” e della scuola dell’infanzia “Collodi” situate, in un unico plesso, nel quartiere di Torrione Alto a Salerno, non possono accedere alla struttura a causa della presenza di uno sciame di api, che impedisce la regolare attività didattica. Per questa ragione il sindaco facente funzioni Enzo Napoli ha emesso un’ordinanza di chiusura per i giorni 14-15-16 aprile ritenendoli sufficienti alla soluzione del problema segnalato più volte dalla direttrice scolastica. Ancora oggi, però, la presenza delle api persiste all’interno delle due scuole seppur in numero minore.

Della questione si sta interessando in queste ore il dirigente cittadino di Noi con Salvini Enzo Musto che, di sua iniziativa, già ha contattato un apicoltore, Giuseppe Petrosino, referente salernitano di Anpas Campania, il quale si è detto disponibile ad intervenire qualora fosse autorizzato dal Comune di Salerno. “E’ mai possibile – si domanda Musto – che nessun consigliere comunale o assessore si stia interessando della questione? Dove sono finiti i politici salernitani? E’ mai possibile che una problematica così banale, che persiste da anni all’interno della struttura scolastica salernitana, l’amministrazione progressista non sia in grado di risolverla in tempi rapidi? Io ci ho messo cinque minuti per telefonare ad un apicoltore. Gli amministratori locali, o aspiranti tali, cosa stanno facendo? Si candidano a fare i consiglieri comunali o i sindaci promettendo grandi cose, ma alla fine è evidente che non sono in grado neanche di togliere un alveare in una scuola. Esprimo la mia solidarietà e il mio sostegno alla direttrice scolastica, la cui richiesta di aiuto molto probabilmente non viene ascoltata nel modo giusto dai dirigenti comunali, e soprattutto ai genitori dei piccoli alunni che quotidianamente stanno vivendo una situazione di particolare difficoltà”.

Sul caso interviene anche il candidato sindaco di Forza Italia, Noi con Salvini, Nuovo Psi e Rivoluzione Cristiana Gaetano Amatruda: “Oltre le vicende dei partiti c’è da costruire lavoro comune sui temi concreti. Mi auguro che l’amministrazione comunale voglia intervenire in maniera tempestiva. Sollecitato da alcune famiglie credo sia utile accendere un riflettore su questa vicenda. Il problema è risolvibile e va dunque risolto, presto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento