Tragedia al "Genovesi-Da Vinci": Melissa ricordata nell'assemblea studentesca

Gli alunni della 3F, i suoi compagni di classe, espongono uno striscione. E' stato chiesto di intitolarle un'aula. Il dirigente scolastico: "I ragazzi adesso hanno bisogno di serenità"

Lo striscione per Melissa

Pare un giorno qualunque, un giorno di dibattito e confronto: il "Genovesi-Da Vinci" si riunisce in assemblea studentesca, quella di ottobre, già programmata e concessa. Pare un giorno qualunque ma è di dolore straordinario, di lacrime e preghiere nel ricordo di Melissa La Rocca, l'alunna morta in classe, durante l'ora di matematica.

Il lutto e lo striscione

Uno studente chiede al collaboratore scolastico, nel corridoio zeppo di giovani, se è confermato l'appuntamento in palestra. La risposta è gestuale: il sí  arriva flebile, con un cenno della testa. C'è poca voglia di parlare e di spiegare ancora. "L'obiettivo è solo rasserenare i ragazzi. Questo è il tempo della riflessione, dell'incoraggiamento, del tentativo di ritrovare serenità. E' il momento della famiglia scolastica", dice il dirigente scolastico Nicola Annunziata. Al terzo piano la 3F, la classe di Melissa, già segnata da un precedente lutto, si esprime attraverso un linguaggio giovanile, a colori. Vernice su un metro di stoffa: "Andrai oltre e sarai migliore. Splenderai più del sole. Bell Melí", scrivono sullo striscione appeso al davanzale, lato cortile. Si attende il rito funebre. Si attende pure l'esito del riscontro diagnostico richiesto dai genitori sulla salma della sedicenne. 

L'assemblea e l'intitolazione

Ai cronisti non viene concesso di partecipare all'Assemblea pubblica che si apre con uno scrosciante applauso. "Comprendeteci, è un momento delicato - spiega il dirigente scolastico - Ai ragazzi non dirò cose particolari. Voglio solo stare in loro compagnia. Voglio dire loro coraggio". Il Liceo Genovesi-Da Vinci ha oltre 700 iscritti e l'Aula Magna è chiusa per lavori di ristrutturazione. "Procederemo a scaglioni, in due tronconi - spiega il preside Annunziata - prima le classi quarte e quinte in palestra e poi il seguito. Abbiamo partecipato alla veglia insieme agli amici di Melissa, quelli di sempre, quelli che vivevano con lei le giornate di spensieratezza a San Mango Piemonte". I compagni di classe e gli studenti tutti vogliono ricordarla in modo tangibile. E' stata avanzata una proposta: intitolare alla sua memoria un pezzettino del "Genovesi-Da Vinci", magari la 3F al terzo piano, quell'aula adesso troppo vuota. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Maltempo e danni a Salerno, alberi su auto in via Roma: ci sono feriti

  • Tempesta di acqua e vento a Salerno: alberi sradicati, caos sulla Tangenziale

  • Castel San Giorgio, i carabinieri confermano: le ossa sono di Caterina Perozziello

Torna su
SalernoToday è in caricamento