Scuole aperte ad Angri, con il maltempo: studenti contro il sindaco, la replica

Il sindaco: "Ho apprezzato ogni singolo commento, soprattutto quelli più offensivi ed è in particolare a chi li ha scritti che mi rivolgo"

Visto che l'allerta meteo non destava particolare allarme, il sindaco di Angri, Cosimo Ferraioli, ieri, ha deciso di non chiudere le scuole. Lezioni regolari, infatti, oggi, nella città del salernitano.

Tuttavia, tale scelta, comunicata dal primo cittadino anche a mezzo Facebook, non è piaciuta a molti: numerosi i commenti ingiuriosi e sarcastici per criticare l'apertura delle strutture, nonostante il maltempo. Non sono mancate pesanti offese allo stesso Ferraioli che, oggi, ha replicato agli attacchi con un nuovo post su Facebook:

Buongiorno ragazzi. Ho apprezzato ogni singolo commento, soprattutto quelli più offensivi ed è in particolare a chi li ha scritti che mi rivolgo. Resto dell'idea che andare a scuola, è un diritto da sfruttare il più possibile, per cui vi prego di studiare più che potete e di dare il massimo, ma la libertà di non andare è sempre la vostra e di chi vi aiuta a crescere nel migliore dei modi. Fortunatamente oggi il meteo è migliorato. Buona giornata a tutti.
 

Potrebbe interessarti

  • Grosso serpente sul lungomare di Salerno: l'appello dei cittadini

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Piano per rapinare un commerciante di Angri, ai domiciliari uno della banda

  • Bisogna davvero aspettare 3 ore dopo aver mangiato per poter fare il bagno?

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Salerno-Caserta, motociclista muore decapitato: traffico in tilt

  • Incidente sull'A30, identificato il motociclista morto decapitato

  • Lutto a Mercato San Severino: il giovane Enzo muore in un incidente in Abruzzo

  • Incidente a Roma, perde il controllo della moto: muore 32enne salernitano

  • Era diventato l'incubo per un meccanico di Sala Consilina: denunciato carabiniere

  • Dramma ad Agropoli, ragazzino di 15 anni muore annegato

Torna su
SalernoToday è in caricamento