Gestione non autorizzata di rifiuti speciali: scattano i sigilli a Roccapiemonte

I rifiuti risultavano interamente esposti agli agenti atmosferici ed accantonati alla rinfusa in adiacenza al Torrente Solofrana, affluente del fiume Sarno

Il sequestro

E' stata scoperta un'area comunale, a Roccapiemonte, in cui venivano gestiti rifiuti illecitamente. I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, agli ordini del Maggiore Giuseppe Capoluongo, hanno apposto i sigilli di sequestro all'area che si estende per circa
1.000 mq, nell’ambito delle attività di monitoraggio e controllo sul rispetto della normativa ambientale.

I controlli

I Militari hanno ispezionato l’area comunale, sita in prossimità del centro abitato di Roccapiemonte, accertando che era stata utilizzata in modo non idoneo per lo stoccaggio di rifiuti speciali non pericolosi. Tali rifiuti risultavano interamente esposti agli agenti atmosferici ed accantonati alla rinfusa in adiacenza al Torrente Solofrana, affluente del fiume Sarno.

Le denunce

Al termine degli accertamenti, viste le gravi ed attuali violazioni della normativa ambientale, sono stati denunciati i due responsabili. L’attività d’indagine è coordinata dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di casa e sparisce nel nulla: imprenditore trovato morto a Colliano

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Pioggia di multe per i clienti dei negozi a Scafati: scoppia la rivolta dei commercianti

  • Uccisa e abbandonata a Salerno, 18 anni di carcere per l'assassino di Mariana

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • "E' il tuo turno? Non mi interessa: ti ricevo dopo": sgarbo e razzismo all'Asl di San Severino

Torna su
SalernoToday è in caricamento