Beni per 4 milioni di euro sequestrati ad un trafficante internazionale

Eseguita nel Lazio un'ordinanza emessa dalla sezione del Riesame del Tribunale di Salerno: sequestrati villa, appartamenti, quote societarie e conto correnti per un valore di 4 milioni di euro, a Carlo Fazi

Polizia

Beni per 4 milioni di euro sono stati sequestrati a Carlo Fazi, trafficante internazionale di stupefacenti, membro di un'organizzazione criminale dell'agro sarnese nocerino. Questa mattina, infatti, gli agenti dalla divisione anticrimine e dalla squadra mobile della questura di Salerno, hanno eseguito l'operazione nel territorio laziale.

Al malvivente che, attualmente in manette, fu già arrestato lo scorso marzo, sono stati sottratti una villa, sette appartamenti, conti corrente, quote societarie e un terreno. Secondo gli inquirenti, l'organizzazione, dal 2009 sino al marzo scorso, ha trasferito in Italia ingenti quantitativi di hashish provenienti dalla Spagna.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Controlli nelle festività Pasquali: arresti, denunce e sequestri nel salernitano

    • Cronaca

      Nocera Inferiore, gambizzato per un'automobile: indagini su una tentata rapina

    • Politica

      25 aprile, si infiamma il dibattito a Salerno: destra e sinistra si dividono sulla festa

    • Cronaca

      Ravello, sequestrata la sala ristorante con vista mare di un albergo

    I più letti della settimana

    • Si capovolge con l'auto tra Olevano e Battipaglia: Vicinanza vivo per miracolo

    • La Valle dell'Irno piange il giovane Rosario, ucciso da un brutto male

    • Lutto al Ruggi d'Aragona: morto Giovanni Cantone, padre del direttore generale

    • Nuovo assalto con sparatoria ad un portavalori sul raccordo Salerno-Avellino: banditi in fuga

    • Dramma ad Angri, uomo si toglie la vita nel cimitero: sotto choc familiari e amici

    • Ruggi, donna muore per un'emorragia cerebrale: donati gli organi

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento