Sequestro dolci Sarno, denunciato titolare stabilimento

L'operazione è stata messa a segno dai carabinieri del NAS del comando provinciale di Salerno: quattro tonnellate di prodotti dolciari, in cattivo stato di conservazione, sono stati posti sotto sequestro

Immagine di repertorio

Quattro tonnellate di prodotti dolciari sono stati sequestrati dai carabinieri del nucleo antisofisticazione del comando provinciale di Salerno: i militari hanno posto i sigilli a uno stabilimento di Sarno denunciando in stato di libertà il titolare della ditta. Nel corso dei controlli, si apprende dall'ANSA, i carabinieri hanno riscontrato la pessima conservazione di cornetti, dolci e materie prime per la lavorazione. Inoltre, sulle etichette erano riportate false informazioni riguardanti la lavorazione. Il titolare della ditta, che riforniva bar e pasticcerie della provincia di Salerno, dovrà rispondere anche del reato di frode in commercio. I prodotti sequestrati erano conservati in pessime condizioni igieniche.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Aeroporto di Salerno, la Regione stanzia i fondi per l'allungamento della pista

    • Cronaca

      Spaccio di droga a Salerno: un arresto e due denunce, i controlli

    • Cronaca

      Protesta a Caggiano, operai dell'acquedotto chiusi in azienda con bombole e taniche di benzina

    • Cronaca

      Acquista un falso viagra sul web: 57enne in pericolo di vita

    I più letti della settimana

    • Torna la neve in provincia di Salerno, disagi alla viabilità: chiudono le prime scuole

    • Tensione ad Eboli, donna ricoverata per meningite: è grave

    • Truffa agli automobilisti: a Salerno di moda il trucco della marmitta

    • Sesso nel bagno di un bar del centro a Salerno, corsa al lotto

    • Panico alle “Cotoniere”, scatta l'allarme antincendio: gente in fuga

    • Allerta meteo in Campania, nuovo avviso della Protezione Civile: le previsioni

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento