Intestazione fittizia di soldi e beni per mezzo milione di euro: nei guai imprenditore di Padula

L'uomo ha subito un sequestro preventivo di 574mila euro, eseguito dalla tenenza della Guardia di Finanza di Sala Consilina, su disposizione del Tribunale di Lagonegro. Da debitore, aveva fatto donazioni alla moglie per eludere i controlli

Nei guai un imprenditore di Padula. L'uomo ha subito un sequestro preventivo di 574mila euro, eseguito dalla tenenza della Guardia di Finanza di Sala Consilina, su disposizione del Tribunale di Lagonegro. Decisiva la segnalazione dell'Agenzia delle Entrate, Servizio Riscossione Regione Campania.

I fatti

La persona indagata, proprietaria di una ditta individuale di automazione cancelli, a Padula, quando era debitore di imposte erariali iscritte in ruoli esecutivi e già notificati, aveva deciso di cedere alla moglie - coniugata ma in separazione di beni - la proprietà di beni immobili attraverso atti di donazione "funzionalmente collegati tra loro - secondo l'accusa - al fine di neutralizzare la procedura di riscossione coattiva in corso da parte dell'Agenzia delle Entrate". Da qui la decisione del G.I.P. di disporre il sequestro preventivo della liquidità e dei beni di proprietà dell'uomo, della moglie e della società, fino all'estinzione del debito erariale, a garanzia del pagamento delle imposte evase. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Tempesta di acqua e vento a Salerno: alberi sradicati, caos sulla Tangenziale

  • Maltempo e danni a Salerno, alberi su auto in via Roma: ci sono feriti

  • Provano a truffare un'anziana a Salerno: dipendente delle Poste chiama la Polizia

  • Rissa sul Corso Garibaldi, sotto le Luci: prima il sequestro della merce e poi la lite

Torna su
SalernoToday è in caricamento