Via Risorgimento, sgomberati dieci cittadini stranieri

Sei uomini e quattro donne avevano ricavato accampamenti di fortuna in due baracche abbandonate e vivevano in precarie condizioni igienico - sanitarie

L'intersezione tra via Risorgimento e la strada che porta al Cernicchiara

Avevano ricavato sistemazioni di fortuna in due baracche abbandonate in via Risorgimento, nei pressi della località Cernicchiara, ubicati presso le dismesse cave di pietra: dieci cittadini di nazionalità romena, sei uomini e quattro donne, di età compresa tra i 18 e i 57 anni, sono stati sgomberati ieri mattina dagli agenti di polizia della questura di Salerno e dai vigili urbani.

Il blitz delle forze dell'ordine ha avuto luogo in seguito alle segnalazioni di diversi cittadini residenti nei pressi dei bivacchi. Gli stranieri, accampati nei due casolari in precarie condizioni igienico - sanitarie, dormivano su letti di fortuna e si servivano di mobili e suppellettili che sono stati sequestrati e saranno rimossi dai vigili urbani.

I dieci cittadini romeni, alcuni dei quali già noti alle forze dell'ordine per diversi precedenti, sono stati quindi identificati ed allontanati dal posto. Nei confronti di due di loro, A. N. 37 anni e R. G. 48 anni, entrambi di sesso maschile, i poliziotti hanno proposto alle autorità competenti il provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale in quanto ritenuti pericolosi, a causa dei loro precedenti penali, per la sicurezza pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura a Salerno, le onde invadono la spiaggia di Santa Teresa

Torna su
SalernoToday è in caricamento